Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, ascolta Furlan: "Vinciamo anche in casa"

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

"Il nostro imperativo è trovare continuità perché dopo l'avvento in panchina di mister Breda abbiamo alternato vittorie e sconfitte, anche se a mio avviso abbiamo toppato in pieno soltanto la gara interna contro l'Avellino, peraltro condizionata dal gol incassato a freddo. In tutte le altre partite l'approccio a livello mentale è stato quello giusto". Parla Federico Furlan - Federico Furlan analizza il momento, caratterizzato da luci e ombre, attraversato dalle Fere. "Finora in casa abbiamo stentato molto - spiega l'esterno offensivo veneto - ma in alcune circostanze avremmo meritato di più. Domenica ci attende una gara complicata contro la Virtus Entella, che non perde da un paio di mesi e subisce poche reti, per cui per fare risultato dovremo esprimerci al meglio delle nostre possibilità da ogni punto di vista. In occasione delle affermazioni casalinghe contro Novara e Bari abbiamo sfondato spesso sugli esterni e questa potrebbe essere la variabile decisiva anche contro la compagine ligure, però ogni partita si sviluppa secondo binari imprevedibili alla vigilia in quanto legati agli episodi”. L'impatto con la B - “Ho esordito nel torneo cadetto nel 2010 - continua Furlan, raccontando il primo impatto col torneo cadetto - nel Varese di mister Sannino, e ci sono tornato grazie alla Ternana, senza trovare eccessive difficoltà, forse perché in questa categoria si gioca palla a terra, mentre in Lega Pro ci si affida troppo ai lanci lunghi, che per un giocatore con le mie caratteristiche sono penalizzanti”. Nel complesso - conclude l'ex varesino - sono soddisfatto di quanto fatto finora, ma devo e voglio migliorare, per me stesso e per la squadra, che meriterebbe una classifica migliore di quella attuale".