Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sos Ternana, difesa decimata in vista di Catania

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

Meccariello e Popescu (squalificati) e Masi (infortunato di lungo corso) sono out. Per Ferronetti (tornato ad allenarsi domenica) e Bastrini (in attesa di risonanza magnetica) si profila un nuovo forfait. E così la Ternana rischia di affrontare la trasferta di Catania senza 5 difensori. Allarme rosso I titolari della difesa a quattro "immaginata" da Tesser in precampionato sono Masi e Ferronetti, protagonisti in positivo nelle prime 3 gare stagionali (vittorie di Crotone e Vicenza e pareggio casalingo contro il Pescara). Poi però Ferronetti si blocca per la pubalgia e viene riproposto soltanto contro Livorno (nel primo tempo), Pescara (nel finale) e Carpi (per 60 minuti). Invece Masi gioca 10 partite prima di rimediare la frattura della tibia in allenamento e dopo l'intervento chirurgico subìto a novembre affronta una lunga rieducazione non ancora terminata. L'ex Udinese salvo ricadute potrebbe entrare tra i convocati nella gara di Catania mentre per l'ex genoano se ne riparlerà all'ultima giornata. Quanto a Bastrini, da novembre leader indiscusso del pacchetto arretrato, è alle prese con la contrattura al polpaccio che lo tormenta da un paio di settimane. Se dalla risonanza magnetica non dovessero emergere lesioni lo staff medico proverebbe a recuperarlo in extremis per il match di Catania. Anche perché non ci saranno Meccariello e Popescu, in odore di squalifica (il primo per il doppio giallo rimediato nel derby, il secondo per l'ottava ammonizione stagionale subita contro il Perugia). Doppia soluzione Con entrambi gli "acciaccati" a disposizione Tesser potrebbe accentrare Fazio nel ruolo di marcatore di destra, utilizzando Valjent come centrale difensivo e Bastrini sul centro-sinistra e avrebbe anche una valida alternativa in panchina. Col recupero del solo Bastrini identico pacchetto arretrato e il giovane Gagliardini in panchina. In caso di doppio forfait ritorno obbligato alla retroguardia a quattro, con Fazio e Valjent marcatori centrali e Janse e Vitale terzini di fascia. Sempre ammesso che il laterale olandese e quello campano siano a loro volta disponibili. Il primo (positivo nel finale del derby ma di nuovo alle prese con la tallonite che lo affligge da una settimana) viene sottoposto a terapie antidolorifiche e anti-infiammatorie, il secondo deve smaltire il trauma contusivo-distorsivo alla caviglia rimediato a metà ripresa contro il Perugia. Con loro in campo Tesser potrebbe contare su Dianda come alternativa su entrambe le fasce, mentre se uno di essi dovesse alzare bandiera bianca l'esterno burkinabé troverebbe spazio nell'undici di partenza, a destra oppure a sinistra. Del resto pure Crecco, utilizzabile alla bisogna come laterale mancino "basso", è in forse per un risentimento. Fermi anche Viola (contusione alla coscia destra) e Piredda.