Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, si torna al 4-3-1-2: Viola in panchina

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

Appare sempre più probabile il ritorno al modulo 4-3-1-2, anche se non è del tutto esclusa la conferma del 3-5-2 adottato in pianta stabile dalle Fere a partire dalla vittoriosa trasferta di Bari di metà novembre. Queste le indicazioni in vista della trasferta di Bologna emerse dalla partitella a ranghi contrapposti che ha chiuso la seduta tattica di giovedì. Galoppo in famiglia Nella potenziale squadra titolare (in casacca gialla) hanno trovato spazio Brignoli tra i pali, Fazio (poi Dianda), Valjent, Meccariello e Vitale in difesa, Gavazzi, Russo ed Eramo a centrocampo e Falletti sulla trequarti, a ridosso del tandem offensivo composto da Avenatti e Ceravolo. Invece nella formazione allenatrice hanno giocato Sala in porta, Dianda (poi Boninsegni) e Popescu come terzini di fascia, Janse e Bastrini come marcatori centrali, Palumbo, Viola e Crecco in mediana e Piredda come rifinitore alle spalle di Dugandzic e Milinkovic. Viola e Popescu A prescindere dal modulo di partenza si profila l'estromissione dall'undici di partenza di Viola (finora assente per squalifica solo a Pescara e subentrato soltanto nel match casalingo contro il Modena e quindi presumibilmente destinato a "tirare il fiato"). Quanto a Popescu (reduce da un turno di stop disciplinare) troverebbe spazio nella difesa a tre come marcatore di sinistra accanto a Valjent e Meccariello mentre resterebbe fuori nella retroguardia a quattro per una questione di ordine morfologico, in quanto con due soli centrali Tesser avrebbe bisogno dei "centimetri" garantiti da Valjent e Meccariello per non andare in difficoltà nel gioco aereo. Panchina Ipotizzando il ritorno alla difesa a quattro altre al secondo portiere Sala accanto a Tesser troverebbero posto Popescu (utilizzabile in corsa come centrale di sinistra o come laterale mancino "basso"), Dianda, Janse, Russo, Viola, Palumbo (o Crecco), Piredda e Dugandzic. Ma se il tecnico veneto dovesse portarsi dietro anche una seconda punta come Milinkovic potrebbe restare fuori Janse, tornato in gruppo giovedì dopo aver lavorato a parte fino a mercoledì per un lieve affaticamento muscolare.