Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Ternana vuole "blindare" super Brignoli

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

Il girone di andata di Brignoli? Strepitoso. Un mezzo errore nel recupero di Chiavari in occasione del primo gol avversario. Un altro mezzo errore a Varese, in occasione del raddoppio dei padroni di casa. Per il resto una serie di grandi prestazioni, con tante parate straordinarie (soprattutto in occasione delle vittorie esterne di Bari e Frosinone e del pareggio a reti bianche di Brescia) e moltissime uscite alte impeccabili, capaci di regalare sicurezza ai compagni della retroguardia. Consacrazione Insomma, questa (la terza consecutiva con la Ternana) sembra davvero la stagione della definitiva consacrazione per il portiere bergamasco. Secondo molti addetti ai lavori il migliore (adesso, non solo a livello potenziale) del torneo cadetto. Un motivo in più per definire al più presto la sua situazione contrattuale, visto che è in scadenza e quindi dal primo febbraio potrebbe accasarsi altrove. In scadenza Pertanto per via Aleardi è imprescindibile (e urgente) prolungare il suo contratto. Onde trattenerlo anche nella prossima annata (ipotesi poco probabile) oppure (scenario più verosimile) per cederlo ad un club di categoria superiore, ma monetizzando al massimo la sua partenza. Il giocatore ha ribadito a più riprese (anche quando qualcuno temeva la sua partenza alla fine della sessione estiva del mercato) il profondo attaccamento nutrito nei confronti di Terni e della Ternana. Inoltre il suo procuratore Polo Dattola vanta da sempre ottimi rapporti professionali e personali con Vittorio Cozzella. Insomma, esistono tutti i presupposti per una felice definizione della trattativa. Trattativa che però va avviata in tempi rapidi, senza ulteriori tentennamenti. Perché, nel calcio come nella vita, “… cosa fatta capo ha…”. E soprattutto perché un accordo di comune soddisfazione per entrambe le parti avrebbe una immediata ricaduta positiva a livello psicologico sul giocatore stesso. Che col rinnovo in tasca avrebbe la certezza di poter affrontare nuovamente a luglio la questione con tutte le garanzie possibili per la propria crescita professionale. La Ternana ha un grande portiere, impeccabile tra i pali e nelle uscite eppure con ampi margini ulteriori di crescita, vista la giovane età. Un capitale del genere è prezioso per la società e come tale va gestito. E così verrà senza dubbio gestito.