Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, Tesser prova il 3-4-1-2: Janse titolare

Esplora:
default_image

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

In casa Ternana, in vista della sfida contro lo Spezia, confermata la difesa a tre sperimentata con successo lunedì scorso a Bari, ma con Valjent, Meccariello e Bastrini da destra a sinistra. Dunque rispetto alla vittoriosa trasferta in terra pugliese, dove al centro della retroguardia hanno agito Valjent, Bastrini e Popescu, fuori il difensore rumeno (fermato dal giudice sportivo) e dentro Meccariello (reduce da un turno di squalifica e dal lieve affaticamento muscolare accusato in allenamento domenica scorsa), con Bastrini spostato dalla posizione di centrale a quella di marcatore sul centro-sinistra e con Valjent confermato nel ruolo di centrale di destra. Per il resto spazio a Janse e Vitale sugli esterni, con Viola e Crecco in mediana e con Falletti alle spalle di Avenatti e Bojinov. Dunque spazio ad un innovativo 3-4-1-2 e ipotetica formazione titolare senza Fazio (finora sempre titolare e sostituito soltanto nella mezzora finale della gara interna contro il Cittadella) e senza Ceravolo (finora sempre presente nell'undici di partenza tranne nella sfida casalinga contro il Bologna, nella quale è subentrato a metà ripresa). Entrambi i giocatori sovracitati siano destinati a partire dalla panchina, con l'esordio dal primo minuto sulla destra di Janse (finora utilizzato part-time contro Brescia, Bologna e Bari) e con il quasi inedito tandem offensivo composto da Avenatti e Bojinov. Tuttavia se Gavazzi dovesse farcela (si allena a parte per un problema al tallone, ma trapela moderato ottimismo circa un eventuale recupero in extremis) sarebbe proprio lui a giostrare sulla trequarti come "finto rifinitore", col duplice compito di pressare il play-maker avversario (lo spagnolo Juande) e di aggredire gli spazi per supportare i compagni del reparto avanzato.