Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, difesa super e Avenatti rivelazione

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Due vittorie su due in trasferta. Senza subire reti e con un ottimo secondo posto in cassaforte. D'accordo: il calendario in avvio non è stato così terribile con la Ternana. Ma la squadra di Tesser è stata brava. Ha sfruttato l'occasione come meglio non poteva. Anche se, a dirla tutta, quel jolly di Pasquato è rimasto proprio indigesto. L'ARTICOLO SUL SUCCESSO DELLE FERE A VICENZA Insomma, se non fosse stato per quella perla su calcio piazzato, ora si starebbe qui a parlare di un clamoroso primato. E allora cerchiamo di capire. Dove sta il segreto di una squadra che solo fino a qualche settimana fa tutti davano appena sopra la griglia salvezza? Intanto, nel grande equilibrio tattico. Tesser ha raggiunto una solidità di squadra che permette ai rossoverdi di subire pochissimo. Non è un caso se Brignoli ha dovuto raccogliere un solo pallone nella propria porta, nemmeno uno se consideriamo le reti su azione manovrata. Eramo trequartista alle spalle del duo d'attacco non sarà il massimo dell'estetica, ma garantisce quell'equilibrio tattico che permette alla Ternana di gestire la partita (vedi Crotone e Vicenza) senza particolari affanni. E non dimentichiamo che l'ex Crotone si è fatto valere pure come uomo assist (Ceravolo due volte davanti alla porta col Pescara e al Menti). Il resto lo fanno una difesa super con Masi in grande spolvero e un attacco dove Avenatti è la grande rivelazione di stagione. L'uruguajano ha sofferto nel suo primo anno in Italia, ora appare trasformato. Amichevoli, coppa Italia, campionato: sempre in gol, sempre in crescita costante. E con lui Ceravolo: segna e fa segnare. Decisivo con il Pescara, fondamentale nell'assist e nei continui spostamenti su tutto il fronte offensivo a Vicenza. Vogliamo trovargli un difetto? Deve essere più cattivo in zona gol: al Liberati e ieri ha avuto palle importanti che potevano incrementarne il bottino realizzativo. Infine Tesser: decisiva la mossa del 5-3-2. L'ingresso di Meccariello ha annullato le tre punte vicentine e la verve dell'ex Ragusa nel momento migliore dei biancorossi vicentini.