Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anche l'Umbria dice No

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Anche l'Umbria dice no nel referendum costituzionale ma in maniera molto più contenuta rispetto al dato nazionale, una sconfitta quella del fronte del sì che ha spinto Matteo Renzi a dichiarare chiusa l'esperienza del suo governo. In Umbria i no sono stati il 51,17%, i sì il 48,83%. i sì prevalgono a Perugia. LEGGI QUI I RISULTATI COMUNI PER COMUNE NELLA PROVINCIA DI PERUGIA LEGGI QUI I RISULTATI COMUNI PER COMUNE NELLA PROVINCIA DI PERUGIA In Umbria anche l'affluenza è sopra la media nazionale, con il 73,43 per cento. La provincia di Perugia (73,80) supera quella di Terni (72,40%) di quasi un punto e mezzo. La città di Perugia (75,29) batte Terni (71,50). Corciano (75,61) sorpassa l'Augusta ma il record è di Paciano (78,45), poco dietro Montone con il 78,36 e a una lunghezza Umbertide col 77,29. Si conferma il calo nelle città colpite dal terremoto come Norcia (43,68) e Cascia (52,65).  L'area che  nel complesso tira di più è l'Altotevere, con  Città di Castello  al 76,26, i citati Montone e Umbertide, San Giustino (76,84), Citerna (77,33). Foligno al 73,36 sta davanti a Spoleto (70,40), superato anche da Trevi (71,73). Nel Ternano San Venanzo con il 79,26% è in cima alla classifica di tutto il cuore verde, seguito da Attigliano (76,46%) Polino (75,72) Parrano (75,35). Sotto la media Ferentillo con il 66,37 per cento.