Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo, anche l'Aia boccia Ros: "A Palermo fallo di mano non punibile"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Si è tenuto a Coverciano il tradizionale incontro fra l'Associazione Italiana Arbitri e le società di serie B. Folta la rappresentanza del Perugia con il presidente Santopadre, il dittì Goretti, il diesse Pizzimenti, il tecnico Giunti con il team manager Zebi e uno dei capitani Brighi. Come di consueto l'Aia, alla presenza del presidente Nicchi, ha preso in esame alcuni episodi per “fare scuola” e, tra i più freschi di questo avvio di campionato, il designatore della Can di B Morganti ha mostrato il calcio di rigore assegnato da Ros a Palermo contro il Perugia chiarendo che proprio una circostanza come il tocco di mano di Colombatto non è punibile. “Se siamo pronti per la Var anche in B? Adesso l'obiettivo principale è far crescere i nostri arbitri sotto l'aspetto decisionale - ha detto Morganti - poi quando sarà il momento ci avvantaggeremo anche noi della tecnologia”.