Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo anti-Como, due forfait: ecco la probabile formazione

Bisoli con Ardemagni dopo il ko di San Siro

Domenico Cantarini
  • a
  • a
  • a

Torna a correre il pallone, l'attesa per il nuovo campionato è ormai agli sgoccioli ma il Grifo inizia in emergenza, almeno parziale. Tra acciacchi, condizione fisica non al top per alcuni grifoni, squalifiche e impegni in nazionale il tecnico biancorosso Bisoli ha gli uomini contati in difesa e a centrocampo. Dalla seduta di giovedì 3 settembre inizia il lavoro a porte chiuse in vista dell'esordio in campionato di domenica con il Como, intanto il doppio allenamento di mercoledì 2 ha lasciato in dote due probabili forfait: è in lieve miglioramento il problema al ginocchio di Alhassan ma l'esterno sinistro sarà comunque costretto a saltare la prima, si è fermato Filipe per un risentimento muscolare e anche il brasiliano difficilmente sarà della gara. A queste si aggiungono le assenze dello squalificato Mancini (oltre a Guberti) e dei nazionali Zima e Zapata. In crescita Belmonte che sta lavorando a pieno regime con la squadra, il difensore ex Catania però al massimo dovrebbe andare in panchina. E partirà dalla panchina anche l'ultimo arrivato Della Rocca, in buone condizioni fisiche ma ancora senza ritmo partita nelle gambe. Lo staff tecnico durante l'estate ha provato diverse opzioni tattiche e gli esperimenti sono proseguiti anche nelle ultime sedute. Tirando le somme, la soluzione più probabile a tre giorni dal match è il 4-2-3-1 parente stretto di quello visto a San Siro in coppa Italia. In difesa, davanti a Rosati, al centro dovrebbe andare Rossi (più di Comotto) accanto a Volta, Del Prete a destra e il jolly Spinazzola a sinistra. In mediana Rizzo e Salifu e sulla trequarti il trio Fabinho, Di Carmine e Lanzafame dietro ad Ardemagni. L'alternativa potrebbe essere il 4-3-3 (o 4-3-2-1) con lo spostamento di Spinazzola mezzala, l'inserimento di Comotto in difesa e il tridente Fabinho, Ardemagni e Lanzafame. A partita in corso dovrebbero comunque trovar spazio Parigini e Della Rocca. Bisoli ha ancora 72 ore per decidere, la certezza è che al Curi si vedrà un Grifo duttile.