Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo, Camplone ammette: "Preferivo l'Avellino, ma col Pescara daremo tutto"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Andrea Camplone soddisfatto ma non in pieno. E' vero che avrebbe preferito incontrare l'Avellino? “Sì, è vero - risponde secco l'allenatore dei biancorossi -, per caratteristiche tecniche è una squadra che ritengo più facile da affrontare rispetto al Pescara e poi perché, in settimana, mi pare che ci abbiano ‘scelto loro'...”. LA VITTORIA A CITTADELLA Lo sguardo è comunque dritto all'obiettivo, Pescara o non Pescara: “Martedì sarà comunque una vera battaglia in campo, indipendentemente dall'avversario che ci troveremo di fronte. E sarebbe stato così contro chiunque”. Il Pescara che incontrerà nei play off è diverso da quello affrontato due settimane fa, ora c'è Massimo Oddo, ex della formazione Primavera, al posto dell'esonerato Marco Baroni: “Faccio i complimenti a Massimo (Oddo, ndr) per l'esordio, ma noi adesso non guardiamo più in faccia a nessuno. Di sicuro, credo che con lui in panchina sia cambiata un po' la mentalità della squadra: prima facevano un gioco più attendista, ora credo qualcosina sia cambiato. Comunque dobbiamo giocarci a tutta queste partite e basta”. Ci sarà ancora da “discutere” in famiglia, tra chi sta col Perugia e chi invece spinge per gli abruzzesi: “Ci divideremo un'altra volta sul tifo - scherza Camplone -, l'importante è che arrivi il risultato”.