Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, il bollettino di oggi giovedì 28 luglio: 60mila nuovi casi e 199 morti. In calo i ricoveri, tasso di positività al 20 per cento

  • a
  • a
  • a

Scendono ancora i nuovi casi di Covid 19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore: rispetto ai 63.837 di ieri, mercoledì 27 luglio, oggi  - giovedì 28 - le persone che si sono positivizzate sono poco più di sessantamila (60.381 per la precisione), per un totale di 20.898.059 dall’inizio dell’epidemia. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano emesso dal ministero della Salute. I decessi sono 199, contro i 207 di ieri, per un totale di 171.638. I tamponi effettuati sono 296.304, contro i 317.720 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi che si attesta al 20 per cento, contro il 20,1 per cento di ieri. Gli attualmente positivi sono 1.352.329.

 

 

Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, sono in calo sia nelle terapie intensive che nei reparti ordinari. Nel dettaglio, le persone ricoverate in terapia intensiva sono 406, 18 in meno di ieri. I pazienti con sintomi nei reparti ordinari sono 10.911, 183 in meno rispetto a ieri. I dimessi/guariti sono 88.425, per un totale di 19.374.092 dall’inizio dell’epidemia. A livello territoriale, le Regioni con i maggiori incrementi in termini di contagi sono Lombardia (7.669), Veneto (7.422) ed Emilia-Romagna (5.996).

 

 

Intanto, continua, per la seconda settimana consecutiva, il calo di nuovi casi. Dal 20 al 26 luglio 2022, le nuove infezioni sono state 473.820 rispetto alle 631.693 della settimana precedente, pari a -25%. Di contro, continuano ad aumentare i decessi, che in una settimana sono stati ben 1.019 a fronte degli 823 della scorsa settimana, pari al +23,8%. Ad evidenziarlo è il nuovo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. In tutte le Regioni si registra una diminuzione percentuale dei nuovi casi (dal -11% della Calabria al -31% della Campania) ma in 16 Province si registrano ancora oltre 1.000 casi per 100.000 abitanti. L’incidenza supera i 500 casi per 100.000 abitanti in tutte le Province tranne Sondrio (495) e Cuneo (480), mentre in 16 Province si registrano oltre 1.000 casi per 100.000 abitanti: Chieti (1.362), Teramo (1.275), Pescara (1.248), Ascoli Piceno (1.174), Messina (1.112), Fermo (1.103), Macerata (1.084), Rovigo (1.081), Benevento (1.067), Reggio di Calabria (1.059), Catanzaro (1.051), Venezia (1.043), Perugia (1.036), Treviso (1.027), Taranto (1.009) e Avellino (1.006).