Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Ricciardi: "Virus aggressivo, picco a fine luglio. E l'autunno sarà in salita"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

L’attuale ondata di Covid "è intensa, solo parzialmente diversa da quella che l’ha preceduta", per fine luglio è atteso "il picco. Le premesse non sono buone, a ottobre potremmo trovarci in condizioni di svantaggio". Lo afferma in un’intervista al Corriere della Sera Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute, Roberto Speranza. Lasciar dilagare il virus "è molto pericoloso per l’individuo e la collettività. Va bene accettare la convivenza ma continuando a combatterlo. Come? Vaccinandosi e adottando misure di sanità pubblica negli ambienti affollati, quindi mascherina, distanziamento e areazione", ha aggiunto Ricciardi.

 

 

Ricciardi, come consigliere scientifico del ministro, aveva indicato un'altra linea sulla mascherina: "Noi, assieme a Istituto superiore di sanità e Consiglio superiore abbiamo insistito fortemente. Eravamo tutti d’accordo per mantenere l’obbligo della mascherina al chiuso che fortunatamente è rimasto in treno, dove ci sarebbe stata una trasmissione formidabile. Peccato non sia stato prorogato in aereo". Un errore?"Non solo in Italia che, anzi, è stata la più cauta con la Germania. In Occidente tutti hanno ceduto".

 

 

Lo sguardo è già oltre l'estate, all'autunno: "Sì, perché sarà in salita. L’80% degli over 80 non ha ricevuto la quarta dose. A settembre riaprono le scuole e riprenderà il circolo vizioso costituito dai bambini che tornano a casa e infettano nonni e genitori. Un cerchio che si può interrompere vaccinando i piccoli e gli anziani, arieggiando le aule, usando le mascherine in autobus".