Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, report Iss: in aumento casi asintomatici nella fase iniziale

  • a
  • a
  • a

Aumentano gli asintomatici al Covid nelle fasi iniziali: lo evidenzia il report esteso dell'Istituto superiore di sanità (l'Iss) in Italia. Per quanto riguarda l'ultima settimana, il dato di casi segnalati con stato clinico iniziale asintomatico si attesta al "72% contro il 70% della settimana precedente. Dall’inizio dell’epidemia al 27 aprile sono stati 16.205.233, di cui 160.739 deceduti, i casi diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata Covid 19". Più in generale, "nel corso dell’ultima settimana il numero di casi segnalati risulta stabile, il numero di ospedalizzazioni e di ricoveri in terapia intensiva risulta in diminuzione, mentre il numero di decessi è in leggero aumento". Resta stabile, questa settimana, al 2,6%, "la percentuale di casi di Covid 19 tra gli operatori sanitari rispetto al resto della popolazione" di età compresa tra i 20 e i 65 anni.

 

 

Torna invece a salire, dopo un periodo di calo, l'incidenza settimanale. In particolare, "nella fascia di età 30-39 anni si registra il più alto tasso di incidenza a 14 giorni, pari a 1.565 casi per 100.000, mentre nella fascia di età 70-79 anni si registra il valore più basso, 1.254 casi per 100.000 abitanti". I dati del flusso Iss, nel periodo che va dal 18 al 24 aprile evidenziano, in generale, "un lieve aumento dell’incidenza, pari a 691 per 100.000 abitanti, rispetto alla settimana precedente quando erano 684 per 100.000 abitanti (periodo 11-17 aprile). Anche nel periodo più recente, sulla base dei dati aggregati raccolti dal ministero della Salute", si registra lo stesso trend passando dai 675 casi per 100mila abitanti del 15-21 aprile ai 699 del 22-28 aprile. In "leggero aumento l’età mediana dei soggetti segnalati negli ultimi 14 giorni, che passa dai 42 anni della metà di marzo ai 46 anni di questa settimana".

 

 

Infine, il report Iss dedica spazio anche all'importanza della vaccinazione: il tasso di mortalità legato al Covid, per le persone di età superiore ai 5 anni che non si sono non vaccinate (con 36 decessi ogni 100.000 abitanti) è 4 volte più alto rispetto alle persone vaccinate con ciclo completo da 120 giorni (9 decessi ogni 100.000). E arriva ad essere 9 volte più alto rispetto alle persone vaccinate con booster (4 decessi per 100.000 abitanti).