Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Costa: "Dal 10 marzo via libera a cibi e bevande nei cinema, stadi e teatri"

  • a
  • a
  • a

In Italia, da alcune settimane, si sta andando verso a un lento ma graduale ritorno alla normalità. La curva del contagio è in calo continuo e così anche le misure anti Covid si stanno allentando. Da venerdì 11 febbraio è già terminato l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto dove non ci sono rischi di assembramento, mentre oggi - giovedì 17 febbraio - il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, annuncia novità in arrivo nel giro di un mese: si potrà tornare a consumare cibi e bevande all'interno di cinema, teatri e stadi.

 

 

"Un’altra buona notizia nel percorso graduale di ritorno alla normalità - si legge in una nota di Costa - Dal 10 marzo sarà nuovamente possibile consumare cibi e bevande anche in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati e in tutti i luoghi in cui svolgono eventi e competizioni sportive. È quanto, infatti, prevede l’emendamento al Dl1 appena approvato all’unanimità dalla Commissione Affari Sociali della Camera e su cui, in rappresentanza del Governo, ho espresso parere favorevole. Una risposta molto importante per alcuni dei settori tra i più colpiti in questi due anni di pandemia. Un nuovo segnale di ripartenza".

 

 

L'incidenza è in calo anche negli ospedali, secondo quanto affermato dall'ultimo report della Fondazione Gimbe. "Scende nell’ultima settimana la pressione sugli ospedali - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione Gimbe - dove i posti letto occupati da pazienti Covid diminuiscono sia in area medica (-14,9%) che in terapia intensiva (-18,7%)". In particolare, in area critica, dove la discesa è iniziata già da un mese, si passa da 1.717 del 17 gennaio a 1.119 del 15 febbraio; in area medica, invece, l’occupazione scende da 19.913 del 31 gennaio a 15.602 del 15 febbraio.