Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, vaccino anti Omicron: Pfizer e BioNTech annunciano la sperimentazione nei 18-55enni

  • a
  • a
  • a

Un nuovo vaccino per sconfiggere la variante Omicron: Pfzier e BioNTech hanno avviato oggi, martedì 25 gennaio, la partenza dello studio clinico che verrà condotto nei pazienti all'interno della fascia d'età 18-55 anni. Le due aziende, una americana e una tedesca, vogliono valutare la sicurezza, la tollerabilità e l'immunogenicità del vaccino Omicron. I primi partecipanti hanno ricevuto il prodotto candidato come ciclo primario a due dosi oppure come richiamo (il piano è coinvolgere alcuni partecipanti dallo studio di fase 3 sul booster).

 

 

Il trial avrà tre coorti che esamineranno diversi regimi basati sull’attuale vaccino anti Covid autorizzato e sul candidato anti Omicron. Pfizer e BioNTech vogliono infatti capire se è necessario sviluppare un vaccino contro la variante attuale. "Sebbene la ricerca e i dati del mondo reale mostrino che i booster continuano a fornire un elevato livello di protezione contro malattie gravi e ospedalizzazione da Omicron, riconosciamo la necessità di essere preparati nel caso in cui questa protezione diminuisca nel tempo", afferma Kathrin U. Jansen, Senior Vice President e responsabile Vaccine Research & Development di Pfizer. "Rimanere vigili contro il virus ci richiede di identificare nuovi approcci affinché le persone mantengano un elevato livello di protezione".

 

 

Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di BioNTech, spiega che "i dati emergenti indicano che la protezione indotta dal vaccino contro le infezioni e le malattie da lievi a moderate svanisce più rapidamente di quanto osservato con i ceppi precedenti. Questo studio fa parte del nostro approccio scientifico per sviluppare un vaccino basato su varianti che raggiunga un livello di protezione contro Omicron simile a quello delle varianti precedenti, ma con una durata di protezione più lunga". Vedremo dunque se la sperimentazione porterà ai risultati sperati dalle due aziende.