Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aneto essiccato proveniente dall'Egitto ritirato per la presenza di cloripirifos: il marchio nel mirino | Foto

  • a
  • a
  • a

Punte di aneto essiccato ritirato a causa della presenza di cloripirifos. Questo il motivo che ha portato il ministero della Salute a segnalar il richiamo da parte del produttore di un lotto di punte di aneto essiccato Dere Otu-Dillspitzen-Aneth a marchio Or-Pa proveniente dall’Egitto via Paesi Bassi. Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 750 grammi con il numero di lotto 14 aprile 2023 KA3 e il termine minimo di conservazione (Tmc) fissato al 14 aprile 2023.

 

 

Le punte di aneto essiccato sono state prodotte da Kar GmbH con sede in Piccolomini Straße a Colonia, in Germania, e sono state importate in Italia da Klc Foods Srls di via Gramsci 65, a Modena. A scopo precauzionale, l’azienda ha quindi raccomandato a chiunque fosse in possesso del prodotto appartenente al lotto segnalato, di non consumarlo e di restituirlo al punto vendita. Soltanto pochi giorni fa sempre il Ministero della Salute aveva segnalato il richiamo di un lotto di farina di mais fioretto a marchio Molino Sapignoli, per valori delle micotossine non conformi. Il prodotto in questione era venduto in confezioni da 1 chilo con il numero di lotto 210249 e il termine minimo di conservazione (Tmc) fissato al 1 ottobre 2022. A segnalare il caso, come per l'aneto essiccato, era stato il sito specializzato de ilfattoalimentare.it

 

 

La farina di mais richiamata era stata prodotta dall’azienda Molino Sapignoli di Sapignoli G. & C. Snc, nello stabilimento di Calisese di Cesena, in provincia di Forlì-Cesena