Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Integratore alimentare ritirato dal Ministero, ancora ossido di etilene: il marchio finito nel mirino | Foto

  • a
  • a
  • a

Ancora un ritiro dal mercato che riguarda un integratore alimentare. Il ministero della Salute ha infatti pubblicato l’avviso di richiamo di un lotto dell’integratore alimentare vitamina C + zinco acerola e manna di bambù a marchio Ligne de Plantes per la “presenza di ossido di etilene nella materia prima estratto di Bambusa arundinacea (75% silicio naturale)”.

 

 

Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 60 capsule (4 blister da 15 capsule ciascuno), con il numero di lotto 21139B e il termine minimo di conservazione nel maggio 2024. A riportare la notizia è stato il sito de ilfattoalimentare.it. L’integratore alimentare richiamato è commercializzato da Natura Service Srl ed è stato prodotto dall’azienda Hedelab SA nello stabilimento di route de Wallonie 138/140, nel distretto di Ghlin, della città di Mons, in Belgio.

 

 

A scopo precauzionale, si raccomanda pertanto di non consumare l’integratore con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato. Pochi giorni fa invece i supermercati Bennet avevano pubblicato l’avviso di richiamo precauzionale di alcuni lotti dell’integratore alimentare multivitaminico Polase Difesa Inverno dell’azienda Gsk Consumer Healthcare Srl per la “presunta presenza di tracce di ossido di etilene in concentrazioni superiori ai limiti consentiti all’interno di un ingrediente”.

 

 

Le confezioni interessate erano state quelle da 28 e 14 bustine da 7,1 grammi ciascuna, appartenenti ai lotti di produzione numero GU239 e GU238 con il termine minimo di conservazione (Tmc) 30 giugno 2023, e al lotto DT256 con il Tmc 30 aprile 2023. A riportarlo era stato sempre il sito specializzato de ilfattoalimentare.it
L’integratore richiamato è stato prodotto per Gsk Consumer Healthcare Srl dall’azienda Siit Srl, nello stabilimento produttivo di via Ariosto 50/60 a Trezzano sul Naviglio, nella città metropolitana di Milano. Sempre ossido di etilene in uno degli ingredienti era stato il motivo che aveva nei giorni scorsi portato Coop a diffondere il richiamo di alcuni lotti dell’integratore alimentare FortiFit Muscoli e Ossa ai mirtilli a marchio Nutricia di Danone. Insomma, è un periodo in cui gli integratori alimentari sono finiti nel mirino dei controlli.