Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Yogurt per bambini, troppi zuccheri e grassi rispetto alle indicazioni delle confezioni: i marchi nel mirino

  • a
  • a
  • a

Una situazione preoccupante legata agli ingredienti degli yogurt per bambini. Questo quanto emerso da un'analisi effettuata da Action on Sugar sul packaging dei prodotti rivolti ai bambini britannici. Da un’analisi dei 100 yogurt più popolari tra i piccoli inglesi condotta ad aprile e maggio 2021, gli yogurt presi in considerazione conterrebbero elevati o elevatissimi livelli di zuccheri, mentre sono quasi sempre valorizzati da diciture che richiamano proprietà benefiche fuorvianti. La questione è stata messa in luce e riportata dal sito ilfattoalimentare.it.

 

 

Una situazione ritenuta appunto inaccettabile, soprattutto in considerazione del costante aumento dell’incidenza dell’obesità infantile. Su tutti gli yogurt controllati, solo il 5% di quelli con un packaging esplicitamente rivolto ai bambini aveva un basso livello di zucchero, mentre il 63% del totale dei prodotti analizzati ne conteneva concentrazioni pari a un terzo o più dello zucchero consigliato come dose massima giornaliera tra i quattro e i sei anni. Il peggiore si è rivelato uno yogurt Nestlé (Rolo Mix-in-Toffee), che in una porzione di prodotto aveva l’equivalente di 5,5 cucchiaini di zucchero (22 grammi). Su 100, comunque, sono stati davvero pochi quelli promossi. Brutte sorprese anche per quanto riguarda i grassi saturi: in due terzi dei casi erano presenti in concentrazioni da medie a elevate, con un poco invidiabile primato per i prodotti alternativi ai latticini. In quest’ultimo caso, infatti, si tratta di alimenti percepiti come particolarmente sani. A peggiorare la situazione ha poi contribuito l’analisi delle dichiararazioni sul packaging.

 

 

Moltissimi dei prodotti valutati recavano infatti sulla confezione diciture che mettevano in risalto i valori nutritivi, come il contenuto di calcio o di vitamina D, inducendo una percezione distorta della loro salubrità. Anche per questo i nutrizionisti raccomandano caldamente di regolamentare le diciture in maniera più severa. Se poi l'incidenza degli zuccheri e dei grassi saturi presenti nei prodotti è notevole relativamente al dato dell'obesità infantile, il dato è da prendere ancor più in considerazione.