Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mucca pazza dal Brasile, esportazioni bloccate: ecco la carne bovina più a rischio

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Blocco delle esportazioni di carne bovina verso la Cina, ma "nessun rischio per la salute umana o animale". Questa la decisione e le frasi del ministro dell'agricoltura brasiliano dopo due casi atipici di "mucca pazza" sono stati rilevati in Brasile. I due casi, si legge in una nota del ministero, sono stati segnalati come "atipici" perché la malattia è apparsa "spontaneamente e sporadicamente, non legata all'ingestione di cibo contaminato". I due casi di encefalopatia spongiforme bovina (Bse) sono stati identificati durante le ispezioni sanitarie negli stati di Minas Gerais e Mato Grosso e in bovini anziani.

 

 

"Il Brasile non ha mai registrato un caso classico di Bse", ha detto il ministero, che ha notificato quanto rilevato all'Organizzazione mondiale per la salute animale (Oie). Già nel giugno 2019 il Brasile aveva sospeso temporaneamente le sue esportazioni di carne e bestiame verso la Cina dopo che un caso atipico di Bse era stato rilevato nel Mato Grosso in una mucca di 17 anni. In Europa nei giorni scorsi nel mirino era finito il prosciutto cotto Herta. L'avvertimento era arrivato da Rappel Conso, sito francese di avviso sui prodotti pericolosi, che aveva appunto allertato i consumatori sul sospetto della presenza di listeria nelle vaschette, vendute in molte marche. Il ritiro da tutti i negozi era avvenuto tra il 25 e il 27 agosto e la data di scadenza era del 22 settembre.

 

 

Il prosciutto cotto Herta è un prodotto popolarissimo in molte catene di supermercati. La listeriosi è un’infezione causata dal batterio Listeria monocytogenes, generalmente dovuta all’ingestione di cibo contaminato. Per quanto riguarda il ritiro del prosciutto cotto, si è trattato di vaschette Le Bon Paris à étouffée - 6 fette commercializzate tra il 25 e il 27 agosto 2021. Vedremo ora se il caso dal Brasile sarà un episodio isolato e circoscritto.