Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, focolai nei luoghi di vacanza: dove stanno aumentando i contagi

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Nella ripresa dei contagi Covid in Italia (ieri i nuovi casi sono stati 6.619), le vacanze sono una componente importante: si vive di più la notte, si va nei locali, si fa vita sociale. Così nelle località turistiche il virus si diffonde. E i cluster Covid sono sempre di più. Si fa sempre più fatica a tracciare la mappa dei luoghi dove il virus sta facendo breccia. 

 

 

In Sardegna nel mirino c'è il Forte Village di Santa Margherita di Pula, in provincia di Cagliari. Un resort esclusivo e lussuoso che ha ospitato da poco un festival del cinema al quale hanno perso parte tanti personaggi del mondo dello spettacolo. Un attore, di rientro a Roma, è risultato positivo facendo scattare l'allarme contagio tra i vip anche l’organizzatrice del festival, Tiziana Rocca,assicura che i suoi ospiti erano negativi al tampone sia all’arrivo sia alla partenza. Un aumento dei casi c'è stato anche in due zone cult del turismo italiano: la Versilia e la Romagna. Si trova a Viareggio e Pietrasanta il maggior numero di positivi dei 111 individuati in 24 ore nel non esteso territorio provinciale di Lucca. Più grave il fenomeno in Romagna dove la provincia di Rimini fa registrare 516 casi in sette giorni.

 

 

Anche nel Lazio si è registrato un focolaio i cui numeri potrebbero ancora crescere nella fase di accertamento a tappeto promosso dalla Regione. Finora i positivi ospiti del campeggio di Sant’Anastasia a Salto di Fondi sono stati 9, 63 sono invece in quarantena. Ma per lunedì è in programma uno screening per tutte le 500 persone che soggiornano lì. Intanto, per effetto dell’ordinanza del sindaco, il camping è zona gialla: sospese le attività di intrattenimento, chiuse le piscine. Preoccupa il numero di contagiati anche a San Felice al Circeo e a Ponza. Contagi in aumento anche nel Salento e in Sicilia. "A Gallipoli tanti i giovani positivi, spesso conviventi in gruppo in appartamenti. Difficile ricostruire le catene di contagio per l’omissione di chi è coinvolto", dice Alberto Fedele, responsabile del dipartimento di prevenzione della Asl di Lecce. Crescono i positivi nelle isole siciliane che a inizio stagione erano covid free: 15 a Stromboli, 70 a Pantelleria, tutti infettatisi durante feste e serate. Sono preoccupanti i numeri delle province di Ragusa, dove i casi sono raddoppiati in dieci giorni.