Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 23 morti e 2.153 nuovi casi: ma i ricoveri restano ancora in calo

  • a
  • a
  • a

Continua a salire la curva dei contagi Covid in Italia: il Ministero della Sanità, nel bollettino di oggi mercoledì 14 luglio 2021, racconta di 2.153 nuovi casi e 23 morti. Ieri erano stati, rispettivamente, 1.534 e 20. Mentre il confronto con il mercoledì della scorsa settimana è sconfortante: 1.010 il 7 luglio, oggi sono più che raddoppiati. Il tasso di positività e dell'1%, comunque in crescita (210.599 i tamponi).

 

 

Gli attualmente positivi aumentano di 1.051 unità e sono 41.700 in tutto, di cui 40.441 in isolamento domiciliare. I guariti sono 1.079 (ieri 1.287), per un totale dall'inizio della pandemia di 4.106.315. Ancora in discesa i ricoveri, che non risentono della crescita dei contagi: le terapie intensive sono 6 in meno (ieri -1) con 7 ingressi del giorno, e scendono a 151, mentre i ricoveri ordinari sono 20 in meno (ieri -21), 1.108 in tutto.  La regione con più casi odierni è la Lombardia con 420 nuovi positivi; seguono Sicilia (+288), Veneto (+261), Lazio (+208) e Campania (+188). I casi totali salgono così a 4.275.846.

 

 

"Stiamo attenti, perché la cautela che non adoperiamo in questo momento si può tradurre in varianti" di Sars-CoV-2 "che bucano i vaccini. Dobbiamo imparare dagli errori per evitarli. Cosa che in Italia non sta avvenendo, perché anche in questo momento la discussione attuale predispone verso problemi che, se non affrontati, potranno esporci nuovamente. Fortunatamente abbiamo i vaccini, ma il virus si sta organizzando per bypassarli". È la riflessione di Walter Ricciardi, ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica e consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza nell’emergenza da coronavirus. L’esperto, durante un webinar promosso da Altems Università Cattolica su scienza e politica nella lotta contro la pandemia, fa il punto sulla situazione oggi nel mondo e fa notare: "Il Costa Rica ha le terapie intensive piene, in Colombia c’è il record di mortalità, in Brasile non ne parliamo. L’Africa, che è vaccinata solo per l’1%, sta avendo problemi enormi". Quanto all’Italia, Ricciardi suggerisce cautela e, guardando indietro al suo ruolo di consigliere, risponde a chi gli chiede se i suoi moniti siano sempre stati ascoltati: "Mi chiamavano professor lockdown, ero quello che invocava sempre i lockdown che si sono dimostrati effettivamente l’ultima ratio" in situazioni in cui i contagi erano in impennata. "Se mi hanno ascoltato? Il ministro sempre, il Governo qualche volta no" ha concluso.