Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 12 morti e 808 nuovi casi. Tasso di positività in leggera crescita: 0,57%

  • a
  • a
  • a

Oggi in Italia sono stati registrati 12 morti causa Covid e 808 nuovi casi a fronte di 141.640 tamponi molecolari e antigenici effettuati per il Coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo riferisce  il ministero della Salute. Il tasso di positività è allo 0,57%, in leggera crescita rispetto allo 0,4% di ieri. 

 

 

Il numero dei ricoverati cala di 30 unità da 1.394 a 1.364 e quello dei pazienti in terapia intensiva da 204 a 197 (-7) con 7 nuovi ricoveri. I dimessi/guariti salgono da 4.089.298 a 4.091.004 (+1.706). Il numero delle vittime sale a 127.637. Nel Regno Unito invece la situazione è di nuovo da allarme rosso. Infatti sono stati individuati altri 24.248 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore e 15 decessi per complicanze. Sono dati ufficiali diffusi dal governo britannico citati da Sky News  In due settimane i casi sono aumentati del 161 per cento, scrive il Mirror. Di domenica, si tratta dell’aumento di casi più alto dal 24 gennaio quando erano stati registrati 30.004 positivi.

 

 

"Stamani è stato superato il tetto delle 53 milioni di dosi somministrate, a una media di oltre 500 mila al giorno. Un bilancio ottimale, che ha rispettato gli impegni assunti dal commissario Figliuolo quando partì il nuovo piano vaccinale, e che per ora sta mettendo al riparo l’Italia dai rischi della variante Delta. Questo nonostante i pasticci comunicativi su AstraZeneca e gli stop and go della comunità scientifica. Resta però il buco nero dei troppi anziani ancora non vaccinati, e ogni sforzo di governo e Regioni va ora concentrato su di loro e sul tracciamento capillare dei focolai, reso di nuovo possibile per il basso numero di contagi. Vorremmo rassicurazioni su questi due fattori da cui dipenderà la ripresa o meno della pandemia in autunno, perchè sarebbe imperdonabile mettere a repentaglio gli indiscutibili successi della vaccinazione di massa" afferma in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.