Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 63 morti e 1.255 nuovi casi. Tasso di positività allo 0,5%

  • a
  • a
  • a

Covid in Italia, il bollettino di oggi - martedì 15 giugno 2021 - emanato da Ministero della Salute racconta di 1.255 i positivi al Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore (ieri 907). Sono invece 63 le vittime in un giorno (ieri 36). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 212.112 (contro i 79.524 di ieri) per un tasso di positività dello 0,5%. Gli attualmente positivi sono 105.906, in calo di 51.884 unità rispetto a ieri.

 

 

Il computo dei guariti/dimessi nelle ultime 24 ore è di 53.074, per un totale dall’inizio della pandemia di 4.014.025. In calo anche le persone ricoverate in terapia intensiva sono 504, 32 in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi 3.333, 132 in meno rispetto a ieri. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di casi sono la Sicilia (200), la Lombardia (182), la Puglia (169), la Campania (136).

 

 

In Italia però continua a tenere banco il caso vaccini. "Astrazeneca? L’Ema anche ieri ha ricordato come il vaccino sia approvato per tutte le età. Certo con quello che è successo in Italia, dove un certo punto ogni cosa che succedeva in Italia sembrava fosse colpa soltanto di questo vaccino, con tanto di titoloni di giornali. È evidente che oggi il vaccino Az ormai nel nostro paese è definitivamente deceduto e defunto". A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora su Rai Radio1, è il virologo dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti. "Cosa ne penso dei rischi legati alla variante delta del Coronavirus? Un articolo uscito ieri su Lancet - risponde - dice che facendo la doppia dose di vaccino, sia di Az che Pfizer, copriamo bene anche la variante Delta". Con la variante indiana e la doppia dose quali percentuali di protezioni ci sono? "Dalla morte al 100%, dal contagio variamo tra il 68% all’88%".