Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino anti Covid, Magrini (Aifa): "In corso test su under 12, pronti a ok entro fine anno"

  • a
  • a
  • a

Vaccini ai bambini, i test vanno avanti. Lo ha confermato in un'intervista a La Stampa Nicola Magrini, direttore generale dell'Aifa. "Sono in corso i test sui minori di 12 anni, i risultati arriveranno in autunno, credo che entro la fine dell'anno saremo pronti per l'autorizzazione. Dopo Pfizer toccherà anche Moderna, che ha completato lo studio per la somministrazione dai 12 anni in su e, nel giro di poche settimane, sarà approvato". Alla domanda relativa ai vaccini a mRNA che ora dovrebbero essere destinati soprattutto ai più giovani, visto che resta l'indicazione di uso preferenziale sopra i 60 anni per AstraZeneca e Johnson&Johnson, poi risponde: "Questa indicazione sarà ridiscussa nei prossimi giorni, alla luce dell'attuale andamento della pandemia, e ci sarà una decisione congiunta di Aifa, ministero della Salute e Consiglio superiore di sanità".

 

Secondo Magrini, "si è scelto un meccanismo di volontarietà per accelerare la campagna, del resto c'è un detto secondo cui 'il vaccino migliore è quello che si può avere subito'. Ma l'avvertenza sull'età anagrafica non è un dettaglio da trascurare, soprattutto in questa fase di rallentamento dell'epidemia: i rischi, molto rari, di eventi avversi legati ai vaccini a vettore virale restano stabili (1 su 100mila), mentre i benefici di una vaccinazione immediata si abbassano di fronte a una probabilità minore di venire contagiati. Dipende dall'età, chi ha più di 60 anni deve vaccinarsi prima possibile, i giovani possono anche aspettare qualche settimana".

 

A proposito dell'ipotesi del mix di vaccini, il direttore generale dell'Aifa chiarisce: "È una procedura non ancora prevista, ma ci sono studi iniziali molto confortanti, che mostrano una risposta immunitaria addirittura superiore con il mix di vaccini: nello specifico AstraZeneca più Pfizer, visto che la questione era nata dal dubbio se fare il richiamo con AstraZeneca. Poi sono in corso ulteriori studi per valutare la sequenza di questi mix, capire cioè quale vaccino eventualmente fare prima e quale dopo. Ma, al momento, ci atteniamo alle indicazioni in vigore".