Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, altri 83 morti e 3.351 nuovi casi in Italia. Indice di positività al 1,35%

  • a
  • a
  • a

Altri 83 morti e 3.351 nuovi casi di Covid-19 in Italia. E' quanto emerge dal bollettino del ministero della salute di sabato 29 maggio. Ieri venerdì 28 maggio i contagi erano stati 3.729 e le vittime 126. I tamponi effettuati sono stati 247.330 (ieri 249.911) e dunque il tasso di positività è del 1,35% in calo rispetto all'1,5% di 24 ore prima. In Italia, dall'inizio della pandemia, le persone risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 4.213.055. Le vittime in totale sono 126.002.

 

I guariti, sempre nelle ultime 24 ore, sono 7.569, per un totale di 3.845.087. I ricoverati con sintomi sono 6.800 (-392). Sono invece 234.071 le persone in isolamento domiciliare (-3.865). I tamponi sono in tutto 65.920.783 - di cui 49.128.052 processati con test molecolare e 16.792.731 con test antigenico rapido -, in aumento di 247.330 rispetto al 28 maggio. Questo dunque il bilancio aggiornato delle vittime da inizio pandemia regione per regione: 33.593 in Lombardia, 11.558 in Veneto, 7.190 in Campania, 13.180 in Emilia-Romagna, 11.623 in Piemonte, 8.165 nel Lazio, 6.492 in Puglia, 6.698 in Toscana, 5.814 in Sicilia, 3.787 in Friuli-Venezia Giulia, 4.318 in Liguria, 3.012 nelle Marche, 2.480 in Abruzzo, 1.175 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1.164 in Calabria, 1.460 in Sardegna, 1.400 in Umbria, 1.354 nella Provincia autonoma di Trento, 578 in Basilicata, 489 in Molise, 472 in Valle d'Aosta.

 

Per quanto riguarda i vaccini, novità in arrivo per gli adolescenti. "Credo che al massimo lunedi' l'Aifa si esprimerà con i suoi organi dopo l'ok Ema", sul vaccino ai 12-15 enni. Così il presidente dell'Aifa, Giorgio Palù, rispondendo a una domanda di Gerardo D'Amico su RaiNews24. "In questo caso non c'è una indicazione per l'età perché è già racchiusa nella raccomandazione dell'Ema. L'Aifa, nel nome del suo direttore generale che si consulta con la commissione tecnica scientifica, normalmente dopo la discussione dà il via libera. E' una questione di ore o di giorni. Oggi siamo a sabato e credo al massimo lunedì".