Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e mezzo, Galli: "Con i vaccini attuali sarà difficile l'immunità di gregge"

  • a
  • a
  • a

"L'immunità di gregge sarà difficile con gli attuali vaccini". Lo ha detto il professor Massimo Galli,  responsabile di malattie infettive del Sacco di Milano, ospite della trasmissione Otto e mezzo su La 7. Rispondendo alle domande della conduttrice Lilli Gruber sull'apertura di Biden per rimuovere i brevetti dai vaccini, il virologo ha comunque parlato del "miraggio" dell'immunità di gregge. "Con gli attuali vaccini è un traguardo molto difficile da raggiungere perché ci sono le varianti attuali e quelle che potrebbero arrivare. Dunque l'obiettivo di non far circolare più il virus si complica sempre di più". La conduttrice ha ricordato lo studio sul siero Pfifer che sarebbe efficace al 97% anche contro le varianti. "E' vero - ha risposto Galli - ma si parla di una copertura per le malattie gravi. Insomma il vaccino non ti fa andare in ospedale, in terapia intensiva o al cimitero. Ma può continuare a circolare e generare varianti".

 

Il professor Galli, sollecitato da Lilli Gruber, ha parlato anche dell'annuncio di un ridimensionamento, se non della cancellazione, del coprifuoco entro 10 giorni. "Spero che per quella data si sia fatto più di un passo avanti nella campagna di vaccinazione", ha detto il professore aggiungendo: "Avremmo dovuto fare altri 30 milioni di dosi di vaccini che non abbiamo fatto, per farli ci vogliono 60 giorni, che nessuno era disponibile ad aspettare". Nelle scorse settimane Galli aveva aspramente criticato la scelta del governo Draghi di procedere alle prime riaperture.

 

La trasmissione si è interrogata su un'eventuale vittoria di Matteo Salvini sul tema delle riaperture e in questo caso della cancellazione del coprifuoco. "Salvini è stato aperturista fin dall'inizio della pandemia. Immaginiamo cosa sarebbe se ci fosse stato al governo Salvini anche in quella fase", ha detto Massimo Gianni, direttore de La Stampa che ha criticato la posizione del leader leghista.