Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 301 i morti e crollo dei nuovi casi: 8.444, ma pochi tamponi. Indice di positività al 5,8%

  • a
  • a
  • a

Crollo di contagi Covid in Italia nelle ultime 24 ore: sono stati registrati 8.444 nuovi casi a fronte però di una netta diminuzione dei test effettuati. Infatti ieri i tamponi erano stati quasi 240mila, oggi invece 145.819. Risalgono l'indice di positività (dal 5,5% di ieri al 5,8% di oggi) e i morti: ben 301 le vittime (ieri 217). Il totale delle vittime da inizio pandemia è salito a 119.539 comunica il ministero della Salute nel suo bollettino quotidiano.

 

 

Lieve calo della pressione sulle strutture ospedaliere: i ricoveri ordinari sono 20.635, con un decremento di 27 unità rispetto a ieri, i pazienti in terapia intensiva 2.849, 13 in meno rispetto a ieri (con 132 ingressi del giorno, a fronte dei 114 di ieri). Sono invece già guariti dal Covid 3.398.763 di pazienti (+16.539). Gli attualmente positivi sono dunque 452.812 (8.400 in meno).

 

 

Prosegue intanto il confronto tra le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Federfarma sui temi del coinvolgimento delle farmacie e dei collaboratori di farmacia nel piano vaccinale nazionale, della salute e sicurezza e degli aspetti economici e normativi connessi e del rinnovo del contratto nazionale di settore ormai scaduto da 8 anni. "Pur avendo ottenuto una disponibilità alla ripresa del confronto negoziale  la discussione è stata particolarmente complessa perché sono mancati e restano irrisolti alcuni temi di fondamentale importanza. Basti pensare alla campagna vaccinale che, come già avvenuto in occasione dei tamponi e test sierologici, ha preso avvio senza che sia stata data applicazione al ’Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione Covid 19 negli ambienti di lavoro del 24 aprile 2020, recentemente rinnovato dal Governo con le parti sociali. Tutto ciò per la responsabilità di Federfarma che si ostina ad eludere le previsioni del dlg. 81/08 in tema di rappresentanza dei lavoratori per la sicurezza" si legga in una nota dei sindacati.