Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Speranza: "Situazione non semplice, 54% dei casi con variante inglese"

L'auspicio per iniziare le dosi Johnson e Johnson "dopo la metà di aprile"

  • a
  • a
  • a

Oggi "la situazione non è semplice e questo per le varianti: quella inglese si trasmette più velocemente del 35-40% e ha toccato il 54% della totalità dei casi. Sono presenti anche la variante sudafricana, soprattutto nell’area di Bolzano, e quella brasiliana soprattutto nel Centro Italia". Lo ha ricordato il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel suo intervento alle Commissione riunite Affari sociali di Camera e Senato sulle linee programmatiche del suo dicastero e sulla situazione della pandemia di Covid-19. "Con il criterio di 250 casi per 100mila per l’ingresso in zona rossa speriamo di piegare la curva. Quindi una situazione non semplice che richiede la massima cautela con l’impegno di tutte le istituzioni" ha osservato il ministro.

 

 

"Se nel secondo trimestre l’attesa è di circa 50 milioni di dosi di vaccino in arrivo, nel terzo trimestre l’attesa è di circa 80 milioni. Ciò significa che siamo nelle condizioni di sviluppare una accelerazione molto significativa della campagna vaccinale" aggiunge il ministro della Salute. E poi: "Nelle prossime ore stiamo lavorando a due interventi normativi: uno per favorire l’impegno di farmacie e di infermieri nella campagna di vaccinazioni per favorirne così l’accelerazione. Sul fronte della sicurezza dei vaccini: "Il governo ha la massima fiducia nell’Ema e nell’Aifa, pretendiamo il massimo di sicurezza e abbiamo il massimo di attenzione su quello che è successo. La campagna di vaccinazione va avanti e deve accelerare anche grazie all’aumento delle dosi" spiega.

 

 

Su fronte Astrazeneca: "Il nostro auspicio, e quello di altri Paesi europei, è che già nella giornata di domani possano arrivare dal’Ema i chiarimenti e le rassicurazioni necessarie per superare le difficoltà degli ultimi giorni"  ha aggiunto il ministro. Infine l'auspicio di riuscire presto ad aggiungere alla campagna anche il vaccino Johnson & Johnson "dopo metà aprile" conclude il ministro Speranza.