Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, vaccino AstraZeneca alle persone fino ai 65 anni: c'è il via libera dell'Aifa

  • a
  • a
  • a

L'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino anti Covid di AstraZeneca alle persone fino ai 65 anni di età in buone condizioni di salute. Ad annunciarlo il presidente Aifa, Giorgio Palù. La circolare del ministero con le nuove indicazioni dovrebbe uscire venerdì.

 

 

"L’Aifa seguendo le indicazioni Ema aveva già dato l’autorizzazione a tutte le fasce d’età. Venerdì uscirà la circolare del Ministero con l’indicazione ulteriore fino a 65 anni. I vaccini funzionano sicuramente contro la variante inglese, un pò meno contro quella sudafricana e brasiliana. Ma anche in questi casi sono in grado di proteggere da una infezione grave della malattia e dalla letalità", ha detto Palù presidente Aifa intervenuto al Tg1. Alle persone più anziane o fragili andranno invece somministrati i vaccini Pfizer e Moderna

 

 

Intanto in Europa il processo di vaccinazione contro la Covid-19 "va avanti". Ad oggi circa "33 mln di dosi" di vaccini sono state consegnate nell’Ue. "Ventidue milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose, delle quali 7 milioni hanno ricevuto anche la seconda". Tuttavia, "dobbiamo accelerare e lo faremo, nelle settimane e nei mesi a venire". La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha presentato così, oggi a Bruxelles, il nuovo piano per la difesa biomedica dell’Ue, primo embrione della Hera, che dovrebbe difendere gli europei dalle future minacce sanitarie. La Biomedical Advanced Research and Development Authority è un’agenzia pubblica statunitense, che ha consentito agli Usa di essere all’avanguardia nel mondo nella corsa al vaccino anti-Covid. La Hera, sigla che sta per European Health Emergency Preparedness and Response Authority, è l’agenzia che la Commissione von der Leyen vuole creare per far sì che l’Ue sia meglio preparata alle prossime emergenze sanitarie, che possono essere transfrontaliere e globali, come si è visto con la pandemia di Covid.