Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, Baldassarre (Lega): "Io medico ancora senza dose. Va tutto male"

  • a
  • a
  • a

Il piano dei vaccini Covid continua a collezionare ritardi e disservizi. Sono tanti i medici che ancora non hanno ricevuto la convocazione. Lo testimonia anche Simona Baldassarre, medico ed europarlamentare della Lega.

 

 

"Al palo anche la campagna vaccinale per gli over 80 che nel Lazio doveva partire oggi. Sito bloccato e numeri che risultano inattivi. Questo nel primo giorno utile per le prenotazioni. Ma cosa ci aspettavamo? Io sono un medico libero professionista e come gran parte dei colleghi aspetto ancora di essere contattata per la vaccinazione prevista per le categorie a rischio. Questa campagna è partita male e sta continuando peggio. Finora, oltre ai medici e agli infermieri dipendenti pubblici, giustamente vaccinati in questo mese, sembra siano emerse molte anomalie: avrebbero beneficiato dei vaccini addirittura impiegati in smart working e persone che non rientrano nella lista delle priorità. Se fosse vero sarebbe uno scandalo" è la denuncia dell'europarlamentare. 

 

 

"E come ho già denunciato, niente vaccino per la gran parte di medici liberi professionisti. 13mila uomini e donne, in prima linea, che si dedicano ogni giorno con sacrificio e professionalità ai malati, rischiando di contrarre o trasmettere il virus. E in tanti, tra gli oltre 7mila odontoiatri del Lazio, ancora attendono il nulla eterno. Zingaretti e D’Amato ora devono delle spiegazioni" conclude Baldassarre. Proprio stamani il sito della Regione Lazio è andato in tilt a causa di un problema tecnico con l'accesso alla prenotazioni rinviato perché non riusciva a gestirle. Numerose le persone che in mattinata hanno provato a registrarsi nel sito. "Per i rallentamenti nel sistema chiediamo comprensione dato l’alto numero di tentativi contestuali di prenotazione tutti concentrate sui primi giorni" ha detto l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato garantendo di superare le 25mila prenotazioni entro la serata di oggi 1 febbraio (alle ore 16 era stata superata quota 11mila).