Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, l'allarme di Crisanti: "Zona rossa in tutta Italia o finirà come in estate. Interrompere subito le catene di contagio"

La preoccupazione del virologo che sollecita una decisione drastica

  • a
  • a
  • a

In una intervista alla Stampa, il virologo Andrea Crisanti ha detto della necessità di fare "dell'Italia tutta una zona rossa". Crisanti ha spiegato che "rispetto a due mesi fa è cambiato tutto. Non è solo questione di scelte, ma anche di obiettivi. Possiamo fare tutti i lockdown che vogliamo fino all’arrivo del vaccino, però senza una strategia si rischia di sprecarli come quest’estate e come stiamo facendo adesso. La mia strategia è di abbattere la trasmissione virale il più possibile. Solo così si salvano vite, si prepara bene il periodo di vaccinazione e si costruiscono le basi per una solida ripresa economica. Il caso Lombardia ha dimostrato che la zona rossa porta dei risultati, allora per me questa è la scelta migliore da applicare in tutta Italia. Con un’annotazione fondamentale: per non dilapidare i risultati del lockdown nel frattempo bisogna fare degli investimenti".

 Che spiega: "Non si può aspettare il vaccino solo con isolamento e mascherine. Un’epidemia non si combatte così, ma interrompendo le catene di contagio. Per farlo servono misure calibrate, forze sul campo, tracciamento, tamponi e strutture adeguate per l’isolamento. Insomma, il sacrificio della zona rossa in tutto il Paese vale la pena se si investe su tutto quanto. Altrimenti è una presa in giro".