Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il premier Conte: "Impatti catastrofici dal mancato rispetto della natura"

  • a
  • a
  • a

"Abbiamo imparato in questi anni che la mancanza di rispetto per la natura da parte dell’umanità può avere impatti catastrofici su tutti gli aspetti della nostra vita. La pandemia Covid 19 ce lo ricorda. Distruggere e degradare la biodiversità aumenta il rischio di diffondere malattie dalla fauna selvatica alle persone. Inoltre, i fenomeni concomitanti di perdita di biodiversità, cambiamento climatico e pandemia hanno colpito duramente i più vulnerabili, con il rischio di minare i nostri sforzi per promuovere uno sviluppo sostenibile ed equo, in linea con l’Agenda 2030. La fase di ripresa ci offre ora un’opportunità unica per investire sulla salute del nostro pianeta e mettere le persone e la natura al centro della nostra agenda politica". Lo dice il premier Giuseppe Conte, nel suo intervento al summit dell’Onu sulla biodiversità.

"Prima della pandemia, ci aspettavamo che il 2020 fosse il Super Year for Nature, ma l’attuale situazione drammatica ci ha costretti a ritardare il calendario di importanti eventi internazionali. Tuttavia questo rinvio ha anche un lato positivo, aprendo una finestra di opportunità per allineare gli obiettivi di biodiversità e clima. La Cop26 ospitata dal Regno Unito in collaborazione con l’Italia, e la Presidenza italiana del G20 nel 2021, intendono affrontare la perdita di biodiversità e il cambiamento climatico come crisi intrinsecamente legate. Inoltre, l’Italia è già impegnata in iniziative multilaterali di primaria importanza" ha aggiunto il premier italiano.