Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Virus, dopo il Covid-19 un altro circola e fa paura: il West Nile trovato nelle zanzare del Veneto

  • a
  • a
  • a

C'è un altro virus che spaventa dopo  e oltre il Coronavirus. E' il West Nile e in Veneto è stato riscontrato nelle zanzare del Bassopolesine, in provincia di Rovigo. Il vettore del virus è la zanzara e la buona notizia, assieme all'allerta che pure c'è, è che grazie alla disinfestazione cominciata ad aprile e coordinata dall'Ulss sull'intero territorio polesano, le zanzare sono di meno quest'anno. 

"La West Nile, trasmessa dal vettore zanzara, può portare a gravissime situazioni di danno neurologico che possono portare anche alla morte nei soggetti fragili", spiega alla Voce di Rovigo  il  direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella.

"Le trappole rurali urbane ci dicono il numero delle zanzare presenti e se hanno il virus. Per quanto riguarda la stagione 2020 il numero delle zanzare, secondo la misurazione con le trappole, è inferiore a quello dell'anno scorso. Un dato importantissimo - ha continuano Compostella - In una trappola del Bassopolesine è stata riscontrata la presenza del virus. Questo significa che il virus della West Nile sta circolando. Per fortuna non abbiamo ancora avuto casi di West Nile sull'uomo. E per fortuna le zanzare sono meno".