Torna la giornata della raccolta del farmaco

VIA AL PIANO DI FARMACOVIGILANZA

Quel farmaco ti ha fatto male? Le farmacie umbre lo vogliono sapere

29.03.2017 - 13:11

0

Reazioni avverse ai farmaci, le farmacie spronano i cittadini alle segnalazioni

 

Garantire la sicurezza d’uso di tutti i farmaci per l’intera popolazione dopo la loro immissione in commercio è il principale obiettivo della Rete di Farmacovigilanza nazionale e regionale dell'Umbria.

In questo ambito, segnalare e soprattutto incrementare la segnalazione delle reazioni avverse ai farmaci da parte dei cittadini e degli stessi farmacisti, è l'importante obiettivo che si è posto il Progetto Rregionale di farmacovigilanza intitolato “Il farmacista territoriale nella promozione delle segnalazioni di reazioni avverse ai farmaci da parte del cittadino”, varato dalla Regione Umbria (Centro Regionale di Farmacovigilanza) e da Federfarma Umbria.

Dopo un periodo preparatorio durante il quale sono state debitamente formate le figure dei cosiddetti "farmacisti facilitatori", in 43 farmacie sparse su tutto il territorio regionale (circa il 20% del totale), da lunedì 3 aprile 2017 scatterà la fase pilota che si protrarrà fino alla fine di dicembre 2017.

In ogni farmacia partecipante al progetto, il farmacista consegnerà a ciascun cittadino/paziente un depliant informativo e lo sensibilizzerà all’importanza della farmacovigilanza coadiuvandolo nel caso della segnalazione di una eventuale sospetta reazione avversa da farmaci.

Nei mesi successivi, da maggio a dicembre, la stessa cosa verrà effettuata il primo lunedì di ogni mese, fino al termine del progetto.

“Riteniamo di fondamentale importanza aumentare la consapevolezza di un corretto uso del farmaco – dice il presidente di Federfarma Umbria Augusto Luciani -, e per questo il progetto di farmacovigilanza tende la mano ai cittadini ed agli stessi farmacisti, proprio per sensibilizzarli nella segnalazione di eventuali reazioni avverse ai farmaci”.

“Per tutti, la segnalazione spontanea delle reazioni avverse da farmaci rimane ancora oggi l’unica attività per garantire la sicurezza d’uso dei farmaci dopo la loro immissione in commercio - dice Giampaolo Bucaneve responsabile del Centro Regionale di Farmacovigilanza dell’Umbria –. Questo progetto ha la finalità di sensibilizzare e far partecipi a questo compito i segnalatori che sono, oltre i medici, anche i farmacisti e i cittadini stessi” .

Dopo aver concluso la fase pilota, nei successivi dodici mesi del 2018, sulla base dei risultati ottenuti, è prevista l’estensione di questa esperienza a tutte le farmacie della regione Umbria.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Fontana visita il nuovo ospedale degli alpini a Bergamo

Fontana visita il nuovo ospedale degli alpini a Bergamo

(Agenzia Vista) Bergamo, 01 aprile 2020 Fontana visita il nuovo ospedale degli alpini a Bergamo Le immagini del presidente lombardo Fontana in visita al nuovo ospedale degli alpini a Bergamo Fonte Lnews Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Gerry Scotti promuove la nuova App della regione Lombardia con il vicepresidente Sala

Gerry Scotti promuove la nuova App della regione Lombardia con il vicepresidente Sala

(Agenzia Vista) Milano, 01 aprile 2020 Gerry Scotti promuove la nuova App della regione Lombardia con il vicepresidente Sala Il consueto punto stampa della Regione Lombardia sull'emergenza Coronavirus. Gerry Scotti promuove la nuova App della regione Lombardia per mappare i positivi al telefono con il vicepresidente Sala Fonte Lnews Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Gallera: "Dati positivi, rimanere a casa per non vanificare sforzi"

Gallera: "Dati positivi, rimanere a casa per non vanificare sforzi"

(Agenzia Vista) Milano, 01 aprile 2020 Gallera: "Dati positivi, rimanere a casa per non vanificare sforzi" Il consueto punto stampa della Regione Lombardia sull'emergenza Coronavirus. Gallera: "Dati positivi, rimanere a casa per non vanificare sforzi" Fonte Lnews Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Morto per Covid alla residenza Battindarno a Bologn, parla la mamma di un ospite disabile

Morto per Covid alla residenza Battindarno a Bologn, parla la mamma di un ospite disabile

(Agenzia Vista) Bologna, 01 aprile 2020 Morto per covid un ragazzo disabile della residenza Battindarno a Bologna Una vittima e 8 positivi al Coronavirus nella residenza Battindarno di Bologna, che assiste 20 disabili adulti. Preoccupazione anche dei sindacati di base, che denunciano una situazione ancora più critica alla residenza Parco del Navile, con almeno 8 decessi: 'Si rischia una strage ...

 
Claudio Brachino con un video spiega la separazione da Mediaset: "Dopo 32 anni non c'era più gas"

Claudio Brachino, 60 anni

TELEVISIONE

Video Claudio Brachino spiega l'addio a Mediaset: "Non c'era più gas"

"Emotivamente per me è un giorno che ricorderò a lungo questo 31 marzo 2020 perché  è stato il mio ultimo giorno di lavoro in Mediaset” inizia così il video su facebook di ...

02.04.2020

Lucio Presta attacca duramente Barbara d'Urso: "Produce orrore televisivo"

Lucio Presta, 60 anni

LA POLEMICA

Lucio Presta attacca duramente Barbara d'Urso: "Produce orrore televisivo"

Tutti contro Barbara d'Urso. Tra preghiera in diretta con Salvini (clicca qui), il consiglio della varechina per pulire le zampe dei cani (clicca qui) e la petizione online ...

02.04.2020

Grande Fratello Vip 4, Paolo Ciavarro è il quarto finalista: il verdetto nella notte

Reality

Grande Fratello Vip 4, Paolo Ciavarro è il quarto finalista: il verdetto nella notte

Il verdetto arriva a notte fonda. E' l'ultimo di una puntata ricca di colpi di scena. Il televoto flash ha portato alla terza eliminazione della serata della semifinale del ...

02.04.2020