Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Raggi a Verini: "Non c'è più la sinistra"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Giorgio Raggi* Caro Walter, grazie innanzitutto di aver risposto alla mia sollecitazione. Ora molte cose sono più chiare, almeno per me. Altre sono invece rimaste lì appese per aria, come la questione eutanasia e questione curda. Per approfondire leggi Raggi scrivi a Verini - Verini risponde a Raggi Ma sarà per un'altra volta: la cosa importante per me è stata tessere un filo di dibattito che porti elementi utili alle scelte. Oggi appena si dice qualcosa di merito in politica si suscita lo scandalo e il dietrologismo: frutto della decadenza culturale più che di un interesse reale. Ho pensato, e di questo rimango convinto, di interpretare un sentiment diffuso negli elettori di tradizione Pd: per questo ho scritto. Non per altro: non ho alcun esercito dietro di me, neanche drappelli. Il mio problema non è cosa ho dietro: è che non vedo nessuno davanti. Nessuna sinistra e io ritengo invece che l'affermare non sono né di destra né di sinistra sia qualunquisticamente essere di destra. Che ciò sia retro' potremmo discuterne.. per ora credo che si sia aperta una riflessione che potrà aiutare nell'orientamento me ed altri... il condividere (cum/dividere) viene dopo la divisione, dopo il confronto di posizioni diverse, non prima. Un caro e cordiale saluto. *Ex presidente Coop Centro Italia