L’Europa e il sogno irrealizzato

17 marzo 2013

17.03.2013 - 15:45

0

Per la prima volta nella storia, il Parlamento europeo ha bocciato a larga maggioranza il bilancio pluriennale presentato dai capi dei governi nazionali. Il Parlamento è l’organo che decide, con buona pace dei leader nazionali, per fortuna bisogna cambiarlo. Un bilancio che era stato formulato all’insegna di un’austerità feroce. La stessa che ha già prodotto disastri sociali ed economici. Previsti tagli a tutti i capitoli riferiti agli investimenti per la ricerca e per l’economia reale. Minori risorse anche per la spesa corrente. Disinteressati ai problemi della crescita, i leader europei confermano con il bilancio in questione la linea fallimentare di questi anni. Germania e Gran Bretagna hanno salvaguardato i loro interessi nazionali, indifferenti al disastro provocato dalla cecità liberista della tecnocrazia europea, Cameron e la signora Merkell hanno voluto un bilancio tanto misero da provocare il rigetto da parte del parlamento eletto dai cittadini europei. Di austerità sta morendo la stessa idea di Europa comunitaria. Movimenti anti europei stanno mettendo in crisi molti governi e se in Italia abbiamo i Grillini, in Grecia un partito nazista ottiene il sette per cento dei voti, in parlamento siedono le nuove croci uncinate. L’Europa appare sempre più un sogno irrealizzato che già ha marginalizzato intere generazioni di giovani. Eppure i nostri figli si sentono cittadini europei. Il loro orizzonte non può che essere una comunità senza frontiere in cui muoversi, lavorare e studiare costruendo un senso di appartenenza a una società in cui il lavoro non sia il privilegio di pochi, ma un diritto. La sconfitta del Partito democratico ha molte motivazioni. Tra queste, non la secondaria, c’è quella del non essersi differenziato a sufficienza dalla posizione subalterna di Monti nelle discussioni europee. E’ vero e innegabile che il professore gode di ottima fama nelle cancellerie e nella tecnocrazia europea. E’ uno di loro, a Bruxelles si sente a casa. Tra un apprezzamento e l’altro il nostro primo ministro non ha trovato il tempo per far modificare di un nulla le scelte monetariste che stanno massacrando l’economia reale del nostro Paese. Sembra che nell’ultimo vertice, il centesimo, la signora Merkell abbia acconsentito affinché una parte delle spese per investimento o di pagamenti dei debiti dello Stato verso le imprese, non rientri nei vincoli di bilancio. Non è chiarissimo, ma forse almeno una parte del debito sarà saldata dalle varie amministrazioni pubbliche. Rimane certo che il partito di Bersani è stato considerato supporter del Monti alfiere delle esigenze delle banche e indifferente a tutto ciò che era necessario a creare le condizioni per una nuova fase di sviluppo dell’economia reale. Di errori il Pd ne ha fatti tanti e ne sta pagando le conseguenze. Una scuola di pensiero sostiene che è partito mai nato e che mettere assieme Fioroni e Fassina non è stata una grande idea. Ciò che sta succedendo dopo le elezioni sembrerebbe confermare la tesi di cui sopra, ma non è certo. E’ certo invece che il sistema politico italiano è in fibrillazione grazie al successo di un movimento di massa come quello delle cinque stelle. All’avanspettacolo della politica si va da qualche tempo affermando un altro protagonista: il padrone formaledelM5S,Grillo. In questi decenni abbiamo conosciuto partiti personali di ogni dimensione e importanza. In genere i movimenti non sono stati mai personalizzati. Chi è il padrone dei “No Tav”? Chi il capo del movimento per i beni pubblici o del “Se non è ora quando”? Per loro natura i movimenti hanno leadership diffuse nel territorio che escludono proprietà personali. Quello inventato da Grillo è qualcosa di evidentemente diverso, che si voglia o no, rassomiglia molto a un partito personale. Basta guardare l'atto notarile di fondazione. La straordinaria operazione di marketing politico realizzata da Grillo ha permesso l’elezione di moltissimi parlamentari che, assieme al processo di rinnovamento del Pd, ha costruito un parlamento straordinariamente più accettabile del precedente. Certo ci sono anche Scillipoti e Calderoli, ma sono problemi della destra. Giovani e donne la fanno da padroni, per fortuna. Sarebbe interessante e utile al Paese che questo parlamento durasse nel tempo e diventasse un punto di riferimento per il popolo italiano come lo è stato per molti anni prima della decadenza della prima repubblica e il ventennio berlusconiano. Sarà possibile? L’elezione di Laura Boldrini a presidente della Camera è di buon auspicio. Si tratta di una donna impegnata da sempre per rendere meno tragica la condizione umana. Nel suo discorso d’insediamento ha ricordato che il parlamento può tornare il luogo in cui la buona politica è resa possibile, basta volerla con determinazione e umiltà nell’interesse del Paese e non delle caste. Ottima la scelta fatta dal centrosinistra. Per quanto riguarda Monti da quando è entrato in politica ha perso completamente il suo aplomb. Non è più sobrio. Lui voleva essere eletto presidente del Senato. Obbligatoriamente Napolitano l’ha dissuaso. C’è rimasto male. Era abituato ad altri trattamenti da parte del presidente della Repubblica. Sarebbe da parte sua, di Monti, saggio e generoso cercare di eleggere un presidente del Senato adeguato al bisogno di dare certezze a un’Italia confusa e incerta. Alla Camera è successo con l’elezione della Boldrini.

Francesco Mandarini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Si insedia in Regione Piemonte la Commissione Permanente per la legalita'

Si insedia in Regione Piemonte la Commissione Permanente per la legalita'

(Agenzia Vista) Torino, 17 gennaio 2020 Si insedia in Regione Piemonte la Commissione Permanente per la legalita' Si è insediata a Palazzo Lascaris la Commissione Permanente per la legalità per fronteggiare la criminalità organizzata in Regione Piemonte / courtesy Rete7 Audiopress Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Beppe Sala riceve il pacco dal Sud: "Per un milanese imbruttito è un sogno"

Beppe Sala riceve il pacco dal Sud: "Per un milanese imbruttito è un sogno"

(Agenzia Vista) Milano, 17 gennaio 2020 Beppe Sala riceve il pacco dal Sud: "Per un milanese imbruttito è un sogno" Il sindaco di Milano, Beppe Sala, posta un breve video su Instagram nel quale mostra le prelibatezze contenute in un pacco che gli è stato spedito dai ragazzi della pagina @unterroneamilano Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Acque reflue nella rete fognaria a Nola, blitz dei Carabinieri

Acque reflue nella rete fognaria a Nola, blitz dei Carabinieri

(Agenzia Vista) Campania, 17 gennaio 2020 Acque reflue nella rete fognaria a Nola, blitz dei Carabinieri I Carabinieri della Stazione di Carbonara di Nola hanno denunciato due operai incensurati di Marigliano di 32 e 39 anni / fonte Carabinieri Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Video Belen Rodriguez, duro allenamento agli ordini di Ioana che rischia di beccarsi una pallonata
Social

Video Belen Rodriguez, duro allenamento. Ioana rischia la pallonata

Belen Rodriguez ancora in palestra. Uno dei segreti del super fisico della modella e showgirl argentina è il duro lavoro agli ordini della sua personal trainer, Ioana Dunica. Anche il 17 gennaio Belen si è dedicata ad una intensa seduta di allenamento, in particolare lavorando con palle e palloni. "Costanza, perseveranza, sono il segreto di ogni obiettivo raggiunto" sostiene Belen che durante un ...

 
Video Belen Rodriguez, duro allenamento agli ordini di Ioana che rischia di beccarsi una pallonata

Social

Video Belen Rodriguez, duro allenamento. Ioana rischia la pallonata

Belen Rodriguez ancora in palestra. Uno dei segreti del super fisico della modella e showgirl argentina è il duro lavoro agli ordini della sua personal trainer, Ioana Dunica. ...

17.01.2020

4 Ristoranti di Alessandro Borghese, al via la quinta stagione: il video del promo dell'edizione 2020

Televisione

4 Ristoranti di Alessandro Borghese, al via la quinta stagione: il video del promo dell'edizione 2020

Torna questa sera, a partire dalle ore 21.15, la quinta stagione di "4 Ristoranti di Alessandro Borghese", on onda su Tv8. Cliccando qui puoi vedere il video della stagione ...

17.01.2020

Grande Fratello Vip 2020, Fabio Testi rivela: "L'ho fatto in acqua attaccato al materassino". Video

Nella Casa

Grande Fratello Vip 2020, Fabio Testi rivela: "L'ho fatto in acqua attaccato al materassino". Video

Nella Casa si parla si fanno domande e si ricevono risposte che diventano rivelazioni. Anche molto naturali. Come succede a Fabio Testi che alla vigilia della quarta puntata ...

17.01.2020