La lezione di Barack Obama

11 novembre

11.11.2012 - 09:05

0

Primo messaggio post elettorale di Barack Obama: la situazione del Paese è tale da richiedere più sacrifici,ma non per tutta la popolazione, piuttosto dovranno essere i più ricchi a sostenerli. Chi come me guadagna più di 250mila dollari l'anno, deve pagare di più, ha detto nel suo discorso il presidente statunitense. La questione di chi dovrà pagare la crisi e il primo punto dell' agenda dell'amministrazione americana. Gli italiani, in genere, apprezzano molto ciò che proviene dagli Usa. Chissà se anche i tecnici al governo riserveranno qualche attenzione alla linea di equità indicata dal presidente Obama.
A oggi ciò che risulta evidente e una linea che tende a restringere in tutti i comparti la spesa pubblica, abbassando alla grande la qualità dei servizi al cittadino. Sanità, trasporti pubblici, scuola, trasferimenti alle autonomie locali, sono le vittime sacrificali per raggiungere il pareggio di bilancio. La lotta agli sprechi e ovviamente ineluttabile se si vogliono trovare le risorse per una nuova fase di sviluppo e nello stesso tempo innovare una struttura burocratica spesso inefficace e anchilosata. Riconsiderare i livelli di governo e cosa saggia se si vuole facilitare il rapporto dei cittadini con la macchina pubblica e rifondare la politica dei partiti. Tutto cio andrebbe fatto, pero, con qualche intelligenza e non usando l'accetta.
Ad esempio, togliere altre risorse al servizio sanitario può comportare un impoverimento irreversibile della sanità pubblica. E poi che succede? Il mercato ci salverà? I tecnici al governo dovrebbero sapere che le statistiche dell'organizzazione mondiale della sanità confermano che la sanità privata costa enormemente di più di quella pubblica. Costa troppo la sanità italiana? No, costa meno di quello medio europeo. I conti di quella umbra sono certificati come in ordine. Anche da noi si avverte già da qualche tempo che i tagli del governo stanno incidendo in modo rilevante sulla qualità del servizio sanitario della nostra regione. Molti medici di grande qualità ci hanno lasciato per altri lidi. Negli ospedali le attese e le file crescono e il mercato non sembra salvarci dal declino. Se il democratico Obama intende chiedere un sacrificio ai ricchi perche in Italia i sacrificati sono soltanto i meno abbienti?
Perché siamo portati a imitare gli aspetti peggiori degli Usa e non le scelte di civiltà di quella grande nazione? La pressione fiscale nel nostro Paese ha raggiunto livelli preoccupanti, e vero. E' anche vero che oltre agli evasori vi sono ricchezze appena sfiorate dal fisco che anche il governo Monti sembra voler salvaguardare. Che bello sarebbe sapere ciò che pensano i partiti al riguardo. Invece ci tocca seguire le lotte intestine di quasi tutte le formazioni politiche. Siano esse partiti di plastica o movimenti emergenti o partiti strutturati, non c'e un'area che non sia attraversata da aspre contese personali o di gruppo. Il crollo della prima repubblica e stato, al confronto con il crollo della seconda, un balletto tra educande. La notizia della settimana e stata quella del primo vagito di Alfano, finalmente segretario del PDL e non più soltanto portavoce del Capo. Il partito della liberta avra anch'esso le sue primarie.
Non si ha notizia delle norme che regoleranno la tenzone. Certo non mancheranno eccellenti candidati ma molti temono che se il risultato non sarà apprezzabile, il Capo ne inventerà una delle sue. Berlusconi ha promesso che, invece del coniglio, estrarrà dal solito cilindro un dinosauro. Ottimo e abbondante. Nel movimento emergente dei grillini scattano giornalmente le scomuniche contro coloro che si azzardano ad alzare il dito per chiedere la parola. I talk show sono stati lo strumento della banalizzazione della politica e la loro frequentazione ha prodotto diversi mostri. Al riguardo non ho alcun dubbio. Rimane misterioso perche l'unico autorizzato a fare politica attraverso lo spettacolo debba essere il Capo.
La fatwa contro la consigliera comunale di Bologna aderente al Movimento cinque stelle ha del surreale e conferma il dubbio che quella di Grillo sia un'aggregazione politica in cui prevale il monologo di un leader inossidabile nelle sue certezze ma incapace di ascoltare le ragioni degli altri. Se Grillo può essere considerato il Re dei rottamatori, il sindaco di Firenze può ambire a un buon titolo nobiliare nella stessa casata. La sua campagna per le primarie del PD si svolge ormai da settimane negli studi televisivi, in teatri e contenitori pieni di popolo festante. Ogni tanto, succede a tutti, dice cose non esatte. Ad esempio ha accusato il competitor Vendola di essere lui responsabile della caduta del governo Prodi. Basta sfogliare i giornali dell'epoca per sapere che fu il ruggente ministro Mastella (democristiano d'antan) a provocare la fine dell'esperienza Prodi. Approfondendo, Renzi forse ricorderebbe che Mastella fece l'operazione il giorno dopo che Veltroni asserì che il suo PD avrebbe corso da solo nelle prossime elezioni.
L'allora segretario era convinto di poter ottenere la maggioranza. Poi il PD non corse da solo, aggrego soltanto Di Pietro. E andò come andò, malissimo. Ben prima il prode Mastella cambio casacca e Prodi si dimise. Vendola non ebbe responsabilità alcuna. Interessante apprendere che il PD di Renzi sarebbe un partito del 40 per cento dei voti e per questo anche il sindaco di Firenze annuncia che se vince lui le primari e non farà nessuna alleanza né con Casini nè con Vendola e manderà a casa chi ha perso. Sono affascinanti davvero questi personaggi che non hanno dubbi mai. Il sindaco fan dei democratici americani dovrebbe sapere che anche il rispetto per gli avversari e non raccontare balle e parte della buona politica.

Francesco Mandarini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Figli": Cortellesi, Mastandrea e la folle normalità dei genitori

"Figli": Cortellesi, Mastandrea e la folle normalità dei genitori

Roma (askanews) - Il secondo figlio ha un effetto deflagrante e devastante nella vita di Valerio Mastandrea e Paola Cortellesi, protagonisti del film "Figli", nei cinema dal 23 gennaio. Le situazioni tragicomiche nascono dal genio e dalla penna di Mattia Torre, l'autore prematuramente scomparso che ha sceneggiato il film, che è stato poi diretto da Giuseppe Bonito. Tra recriminazioni, stanchezza, ...

 
Video Grande Fratello Vip 2020, Wanda Nara dietro le quinte: prima in camerino, poi coro da stadio in studio
Televisione

Video Grande Fratello Vip 2020, Wanda Nara dietro le quinte: prima in camerino, poi coro da stadio in studio

Grande Fratello Vip 2020, Wanda Nara dietro le quinte del reality di Canale 5. Le immagini arrivano dal profilo Instagram della showgirl, modella e opinionista del GFV e mostrano i minuti che hanno preceduto la puntata del 17 gennaio. Prima il video in camerino: è la solita sexy preparazione a cui Wanda ha ormai abituato i suoi follower, ma stavolta ha davanti due vassoi di cibo. Segue il video ...

 
Video Ancora cinghiali in cerca di cibo nel centro di una grande città. Il fenomeno è sempre più frequente
Messina

Video Ancora cinghiali in cerca di cibo nel centro di una grande città. Il fenomeno è sempre più frequente

Cinghiali affamati che si spingono nel cuore delle città. Il fenomeno è purtroppo sempre più diffuso. L'ultima "incursione" è stata filmata a Messina e le immagini pubblicate dal seguito sito www.letteraemme.it che si occupa di cronaca locale. Due cinghiali grufolano tranquillamente nei pressi di Piazza Castronovo, praticamente nel centro della città. Gli animali cercano cibo, poi vengono ...

 

Social

Video Juventus, si spoglia la fidanzata di Matthijs de Ligt. AnneKee Molenaar se la ride: è il mio lavoro

AnneKee Molenaar, fidanzata del calciatore della Juventus, Matthijs de Ligt si esibisce in un vero e proprio spogliarello. Uno strip-tease a beneficio dei fotografi per un ...

18.01.2020

Grande Fratello Vip 2020, così Michele Cucuzza diventa stella del web. Il video

Nella Casa

Grande Fratello Vip 2020, così Michele Cucuzza diventa stella del web. Il video

Michele Cucuzza si rivela personaggio centrale del Grande Fratello Vip 2020. Alla fine della quarta serata che è andata in onda venerdì 17 gennaio, Alfonso Signorini fa un ...

18.01.2020

Grande Fratello Vip 2020, lettera d'amore per Licia che scoppia a piangere. Video

Nella Casa

Video Grande Fratello Vip, lettera d'amore per Licia che scoppia a piangere

Arriva anche la lettera d'amore al Grande Fratello Vip in una quarta puntata ricca di sorprese andata in onda su Canale 5 venerdì 17 gennaio. La fidanzata Barbara ha qualcosa ...

18.01.2020