Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riapre la scuola di liuteria

  • a
  • a
  • a

Da lunedì 5 ottobre torna a vivere a Gubbio un’arte antica: la liuteria. Il liuto, portato dagli arabi nel medioevo in Europa, era lo strumento a corda principe del Rinascimento e in città se ne trova traccia ritratto nel famoso affresco di Ottaviano Nelli “La Madonna del Belvedere” (1415) che si trova nella chiesa Santa Maria Nuova. I primi documenti che attestano la presenza di botteghe di liuteria nella città di pietra risalgono al XVI secolo quando questa fiorente forma di artigianato è diffusa in tutta la penisola. Seguì poi un declino e una ripresa nel 1978 con i “Maestri liutai Città di Gubbio”, chiusa nel 2014. Lunedì  riaprirà le porte con un nuovo progetto per preservare una memoria antica. Fino a venerdì 18 dicembre si svolgerà infatti il nuovo corso di liuteria che sarà riservato a dieci partecipanti. La liuteria è la raffinata e preziosa arte della costruzione di strumenti musicali