Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio della Balestra 2020, Sansepolcro batte Gubbio

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

E’ Gianni Bergamaschi, presidente della Società Balestrieri di Sansepolcro, ad aggiudicarsi il Palio della Balestra 2020 in piazza Torre di Berta, a Sansepolcro. Chiamato a salire sul banco di tiro penultimo, la sua verretta è quella che di più si è avvicinata al centro del corniolo. Gubbio al secondo posto con il balestriere Alessandro Mancini, mentre ancora Sansepolcro sul gradino più basso del podio con Massimo Mancini. Un palio dal sapore particolare con una piazza priva di pubblico, bensì occupata solamente dai figuranti e in numero piuttosto ristretto. “Sono molto felice – commenta a caldo il vincitore Gianni Bergamaschi – e questa è veramente una gioia immensa: è da tanto che inseguivo la vittoria in un Palio e averlo fatto qua a Sansepolcro è una grande soddisfazione. Ho tirato per penultimo, ma alla fine la freccia scoccata è andata nella giusta direzione”. Ma non nasconde un velo di amarezza il presidente della società Balestrieri di Sansepolcro. “Purtroppo – sottolinea – prima di me c’era un puntale senza nome: sono convinto che era un altro balestriere di Sansepolcro. Proprio per questo dico che c’è un po’ di amarezza, aver vinto per una squalifica”. Il regolamento parla chiaro ed è stato rispolverato anche durante la fase di estrazione delle verretta dal corniolo: per essere valido, infatti, pure nel puntale deve essere indicato il nome del balestriere; con ogni probabilità, ad esclusione, il tiro vincente sarebbe stato quello di Andrea Cestelli sempre per la società biturgense. Verretta scoccata nelle prime fasi. Sta di fatto che il Palio – l’ultima vittoria in piazza Torre di Berta risaliva al 2017 – resta a Sansepolcro: un drappo realizzato dalle merlettaie che celebra i cinque secoli di storia biturgense, dal momento dell’istituzione della Diocesi. Sono stati 101 i balestrieri che si sono alternati sui banchi di tiro posti a 36 metri di distanza: 49 per Gubbio e 52 per Sansepolcro; subito “scorniolato” il primo tiro, quello del veterano Giampiero Bicchielli. “E’ una grande soddisfazione – commenta Alessandro Mancini di Gubbio, secondo classificato – sono 18 anni che tiro: ho alle spalle un terzo posto, in piazza Grande, e sono salito sul banco a metà”. Premiato il balestriere biturgense Averardo Martinelli per i cento palii disputati, mentre Enzo Cestelli è stato proclamato Campione Cittadino. “Questo è solamente il mio quarto palio – dice Massimo Mancini, terzo classificato – e per un cittadino di Sansepolcro, nato e vissuto qua, vi dico che è una gioia indescrivibile".