Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Madonna del Prato, fulmine sul tetto e danni alla cupola. Nessun problema a Sant'Ubaldo

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Seppure non ancora completato il nuovo impianto parafulmini sulla basilica di Sant’Ubaldo ha svolto bene il proprio lavoro. Nonostante i forti temporali che si sono abbattuti in questi ultimi giorni sulla città e più in generale sull’eugubino non sono stati infatti segnalati in cima al Colle Eletto danni particolari come invece accadeva in passato con il vecchio impianto. Si è verificato solo un’interruzione dell’energia elettrica che è stato risolto con l’intervento di un tecnico. Finora l’impianto è costato circa 17.500 euro, ma l’ultimo step richiede lavori per circa 60mila euro per realizzare una gabbia metallica sotto il tetto, di collegare altre parti dell’impianto e di mettere a puntino tutto il sistema.

Diverso invece il discorso per quanto riguarda la chiesa della Madonna del Prato dove il fulmine che ha colpito in pieno la cupola sul tetto ha provocato danni consistenti. Tecnici hanno effettuato accurati sopralluoghi per ispezionare le parti lesionate. La saetta, come detto, ha colpito la struttura e i danni sono stati causati sia dall’impatto che per quanto concerne il sovraccarico elettrico. Sono saltate alcune parti del tetto e sono state investite alcune delle strutture annesse, sono poi scoppiati i fari dell’impianto d’illuminazione esterna, è stata lesionata la caldaia ed è da verificare la funzionalità dell’impianto audio. “Dobbiamo ancora quantificare con esattezza l’entità dei danni dal punto di vista economico - ha detto il parroco don Fabrizio Cellucci - ma anche i tempi per riportare la situazione alla normalità”. La chiesa della Madonna del Prato è oggetto anche di interventi di restauro. La Madonna del Prato da sempre sta molto a cuore a tutti gli eugubini, campioni di generosità che anche dopo quanto accaduto vorranno sicuramente confermarsi tali. Infine va segnalato che oltre agli allagamenti di garage e scantinati in alcune zone della città e di alcune frazioni e l’esondazione di alcuni torrenti in campagna, ha bisogno di interventi anche la galleria della Contessa. Quando piove a dirotto, a causa di numerose infiltrazioni d’acqua, su alcuni tratti di asfalto il rischio aquaplaning è alto.