Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, iniziate a Spoleto le riprese di don Matteo 13 ma è uno scherzo di Frassica

In tanti telefonano per prenotare l'albergo

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Una burla apparsa su un giornale di gossip e organizzata da uno dei principali attori di don Matteo, fa diventare roventi i telefoni dell’ufficio turistico e di alcuni alberghi di Spoleto. Sì, perché a scatenare tanto interesse per la città del Festival da parte dei fan di tutta Italia della fiction del prete detective è stato un titolo apparso su un giornale di gossip che diceva così: “Don Matteo 13, partono le riprese in tuta e mascherine”. In realtà era solo uno scherzo ideato da Nino Frassica. Quel maresciallo Cecchini che, per rendere ancor più credibile la notizia, ha anche postato sui social una foto che ritrae lui e la “capitana” Anna Olivieri, alias Chiara Giannetti, in evidente tenuta da “protezione pandemica”. E tanto è bastato a che tra i fan della fiction del prete detective si creasse un grande interesse a partecipare in prima persona alle nuove riprese che, sì, ricominceranno, ma soltanto nella prossima primavera. E lo sa bene anche Anna Cedroni, dipendente comunale che da sempre segue passo passo la troupe di Don Matteo nei vari siti di Spoleto . “Il problema delle telefonate arrivate allo Iat e a me da qualche albergo che mi ha chiesto come mai c’era tanta gente che voleva prenotare, è stato proprio quel titolo apparso su un giornale di gossip a scatenare la caccia al posto – dice Anna Cedroni - quando poi rispondo che le riprese ancora non ci sono la loro domanda è se il Comune avviserà in tempo per fare le prenotazioni e passare un po’ di giorni a Spoleto”. Ma non solo. Anna Cedroni racconta che quelle stesse persone si informano “quando è meglio venire , se è necessario prenotare molto prima , se gli attori si vedono in giro”.