Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, meno tasse ai locali che contrastano il gioco d'azzardo

Nel territorio comunale attivi 463 apparecchi

  • a
  • a
  • a

Sgravi fiscali ai locali che contrastano il gioco d’azzardo rinunciando alle slot machine e similari. Città di Castello è al secondo posto in Umbria per il numero di giocatori e soprattutto per la spesa totale nel gioco con le “macchinette”. Pagheranno meno per l'occupazione del suolo pubblico. Dall'analisi fatte dall'amministrazione comunale e dai dati forniti dalla ricerca dello Spi-Cgil nel Comune tifernate a fronte di un reddito medio pro-capite di 17.677 euro, sono oltre 50 i milioni bruciati annualmente nel gioco, circa 1.264 euro pro capite, e ben 463 apparecchi attivi.