Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Opera di Burri battuta all'asta a 3,4 milioni da Christie's a Londra

  • a
  • a
  • a

La prima asta del dopo lockdown vede al centro dell’attenzione pure una opera di Burri battuta da Christie’s a Londra. L’opera, che faceva parte di un collezione privata del Bresciano acquistata direttamente dallo studio del maestro nel 1979, fa riferimento ad un Rosso Plastica realizzato nel 1963, un quadro di piccole dimensioni rispetto allo standard delle opere successive del maestro tifernate (80x100) e fa parte della serie delle combustioni.

La nota casa d’aste aveva posto l’opera nell'asta globale di arte Moderna e Contemporanea e più significativamente nel lotto relativo all'arte del dopoguerra e il lavoro di Alberto Burri, come detto una combustione rossa, è stata scambiata a 3,4 milioni di dollari entro la stima stabilita. Si badi bene che in questa specifica edizione di asta d’arte il catalogo offriva anche quattro lavori di artisti italiani di portata internazionale, oltre a Burri, un Modigliani, un Fontana ed un Cattelan. Un segnale positivo per l’arte di Burri che dopo il successo seguente alle celebrazioni del centenario della morte dell’ottobre 2015, ha avuto tante richieste da capitali del mondo tramite la Fondazione Burri per ospitare mostre dedicate all’artista tifernate.