Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, esame di maturità: malore per un professore: soccorso dalla Croce rossa

Inutili i soccorsi da parte del 118

  • a
  • a
  • a

La decisione del Ministero dell’Istruzione di avere volontari della Croce Rossa con l’aggiunta per decisione comunale di quelli della Protezione civile in ogni sede degli esami di maturità, visto il particolare momento post pandemia, ha dimostrato la sua efficacia e la sua utilità. Infatti poco dopo l’avvio della sessione di esame all’Istituto Cavallotti di Città di Castello, si è verificata un’emergenza in quanto un docente ha accusato un malore e conseguente lieve mancamento, forse l’unico emozionato per la ripresa dell’attività non più attraverso il web. La prontezza dei soccorsi del personale della Cri e della ProCiv ha fatto tornare la situazione alla normalità nel volgere di pochi minuti. I lavori degli esami non ne hanno praticamente risentito e la commissione di cui faceva parte questo docente, ha atteso che la situazione si normalizzasse e poi ha ripreso i suoi colloqui d’esame, alla presenza anche dello stesso professore. E’ stato l’unico sussulto, altrimenti in tutte le scuole cittadine sede d’esame di maturità in questa innovativa ed obbligata versione, tutto è filato liscio e le varie commissioni hanno potuto esaminare i 5 candidati massimi previsti a calendario per ogni giorno.