Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, le pagelle della Quintana: Innocenzi da 10, bocciati Gubbini, Chicchini, Cordari, Diafaldi e Paci

Guglielmo Castellano
  • a
  • a
  • a

Le pagelle del Corriere dei cavalieri della Quintana di Foligno del 13 settembre 2020.

LUCA INNOCENZI – CASSERO Una vera e propria macchina da guerra. Senza “se” e senza “ma”. Una condotta di gara autorevole ed intelligente: voto 10.

MATTIA ZANNORI – LA MORA Forse una occasione sprecata. In una Giostra non propriamente veloce, poteva sicuramente ambire al bersaglio grosso: voto 8.

DANIELE SCARPONI – GIOTTI Terzo gradino del podio per lui. In sella ad Anna Aurora non poteva fare di più, anche se, parzialmente, valgono le stesse considerazioni fatte per Zannori: voto 7 e mezzo.

TOMMASO FINESTRA – AMMANNITI Il binomio che formava con il suo destriero era all’esordio. Non si poteva chiedergli di più: voto 7 meno.

ALESSANDRO CANDELORI – CONTRASTANGA Ha puntato solo sulla regolarità; bene, ok! Ma occorrerà maturare in fretta: voto 6 e mezzo.

MASSIMO GUBBINI – CROCE BIANCA Quintana amara per il Fedele. Un anno fa, di questi tempi e con lo stesso cavallo, si portava a casa la vittoria. L’errore sui bersagli è inusuale: voto 5.

PIERLUIGI CHICCHINI – PUGILLI Anche la sua è stata una caduta eccellente. Ci aspettavamo qualcosa in più. Più o meno ok sul tempo, ma problema di anelli anche per lui: voto 5.

CRISTIAN CORDARI – BADIA La ricerca di un degno erede di Agnesotta si dimostra più complicata del previsto. Capitan Segreto proprio non ne vuole sapere di stare in pista…E per l’Ardito non c’è nulla da fare: voto 4 e mezzo.

MARCO DIAFALDI – SPADA Vuoi vedere che il vero problema dello Spada sia City Hunter? Un cavallo così forte e veloce da intimorire qualsiasi fantino che gli si approccia? Il romagnolo ha dato proprio questa impressione; prima una bandierina sfiorata poi un anello mancato..E City ha concluso con 52”17. E se l’Audace avesse concluso la tornata? Voto 4.

LORENZO PACI – MORLUPO Era dai tempi dei tempi che una contrada non concedesse un cavallo ad un altro Rione rimasto improvvisamente sprovvisto. E’ quello che è accaduto al Baldo…Ed era inevitabile che non arrivasse alle fine: voto 4.