Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I precari della scuola di nuovo in piazza a Terni

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Errori prodotti dal sistema informatico, difficoltà di rettifica e correzione delle domande a discapito del personale scolastico, problemi nelle convocazioni e nell’assegnazione delle supplenze con ritardi per il personale precario e, ancora più gravi, per quanto concerne le cattedre con studenti disabili. Basti pensare che a Terni mancano 150 docenti di sostegno. Questi i punti di cui si è discusso giovedì 24 settembre durante il presidio sotto l’Ufficio scolastico territoriale di Terni, organizzato dai Cobas della scuola della provincia di Terni.

Malgrado la pioggia battente erano presenti almeno 40 tra docenti, lavoratori della scuola e studenti che si sono radunati con striscioni e cartelli. I partecipanti hanno chiesto e ottenuto un incontro con la dirigente dell’Ust (Ufficio scolastico territoriale) di Terni che si terrà oggi. “Chiederemo per i precari - spiegano i rappresentanti Cobas Terni, Franco Coppoli e Elisabetta Grimani - la correzione rapida di tutti gli errori sulle graduatorie sia su posto comune che incrociate; chiarimenti e correzione sugli errori riscontrati sulla disponibilità delle cattedre e sulla tipologia delle stesse, ma anche l’immediata assegnazione di tutte le cattedre di sostegno, considerando l’inaccettabile situazione che si è creata nella scuola secondaria di primo e secondo e grado”.