Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Terni, complimenti a una donna, il marito reagisce e volano cazzotti

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Bottiglie di birra rotte e lasciate a terra, un cestino dei rifiuti divelto. Sono i segni lasciati da ignoti all’interno della Passeggiata di Terni. Domenica 19, alla riapertura del parco, in molti hanno segnalato i danni che di fatto deturpano uno tra i principali spazi verdi della città. Tra i commenti c’è anche chi ha polemizzato, facendo notare che proprio da sabato sera è stato avviato il progetto #Vivilparco che prevede l’impiego di due vigilantes addetti al controllo di sette parchi cittadini, in sinergia tra Comune, polizia locale e associazione Terni col cuore per garantire pulizia e sicurezza. Il comandante della polizia locale, Gioconda Sassi, ha effettuato subito le verifiche del caso. Poco prima della chiusura notturna di sabato, intorno alle due, al parco della Passeggiata tutto appariva regolare. E’ quindi possibile che i fatti siano accaduti ieri mattina, dopo la riapertura al pubblico.

Le operazioni vengono eseguite da operatori addetti alla sicurezza in divisa aziendale e con tesserino di riconoscimento. In particolare, durante la procedura di chiusura, gli operatori, prima di apporre i lucchetti ai cancelli dei parchi, devono effettuare un giro completo all'interno per accertarsi della presenza di persone e invitarle ad uscire. Ora i tecnici comunali provvederanno a sistemare il danno. Ma la notte di sabato è stata caratterizzata anche dall’ennesima rissa in piazza dell’Olmo. Tutto sarebbe nato da un apprezzamento verso una ragazza con il figlio. Il marito di lei ha reagito e si è scatenato il parapiglia di fronte all’incredulità di decine di passanti. La violenta lite è stata sedata dall’intervento dei vigilantes prima e di una pattuglia dei carabinieri subito dopo, riportando la calma tra i contendenti.