Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia-Bettolle, fine dell'incubo: lavori completati sul raccordo. Nuovo asfalto più sicuro

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Finito l’incubo code per gli automobilisti in transito sulla Perugia-Bettolle. Dall’alba di domenica 30 agosto sono stati rimossi tutti i cantieri aperti sul raccordo dove sono stati effettuati lavori di riqualificazione della carreggiata per 12 milioni. La comunicazione della fine dell’intervento arriva direttamente da Anas (Gruppo Fs italiane) che aveva annunciato il ripristino della normale viabilità tra Ponte San Giovanni e Prepo e la riapertura degli svincoli interessati entro l’inizio di settembre. Gli interventi hanno consentito il risanamento totale di circa 14 chilometri di carreggiata tra asta principale e rampe degli svincoli di Prepo, San Faustino, Piscille e innesto E45 a Ponte San Giovanni. I lavori hanno riguardato, nel dettaglio, la rimozione totale della vecchia pavimentazione, il miglioramento degli strati di fondazione sottostante fino a circa 60 cm di profondità e la realizzazione di un nuovo piano viabile con asfalto drenante che consente di migliorare sensibilmente il comfort di guida e la sicurezza della circolazione soprattutto in caso di pioggia. Per contenere i tempi di esecuzione, i cantieri sono rimasti attivi senza sosta, 24 ore su 24, fin dall’avvio avvenuto lo scorso maggio, consentendo di completare l’intero tratto urbano, compresi gli svincoli più trafficati, nel periodo di minor traffico lungo questa arteria. Gli interventi eseguiti sul raccordo Perugia-Bettolle rientrano in un investimento di 12 milioni, attivato nell’ambito del piano di manutenzione programmata della rete Anas in Umbria che ammonta a un valore complessivo di oltre 860 milioni di euro di cui 187 milioni completati negli ultimi due anni (di cui 35 milioni ultimati da gennaio a oggi), 118 milioni di euro di lavori attualmente in corso e 59 milioni di euro di lavori in fase di avvio. Sul raccordo al momento non si prevedono altri interventi. Nel lungo periodo invece saranno adeguate e migliorate due delle quattro gallerie presenti lungo il tratto perugino. La sistemazione precedente aveva infatti riguardato Volumni e Prepo. Restano da adeguare Pallotta e Madonna Alta ma per il momento gli interventi non sono stati programmati. Sul fronte cittadino Anas conferma la totale sicurezza del viadotto San Faustino, sopra via Settevalli, dove la settimana scorsa erano caduti dei calcinacci. La segnalazione di alcuni automobilisti ha fatto partire tutti i controlli del caso e l’intervento dei vigili del fuoco che hanno appurato la stabilità del cavalcavia.