Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tragedia di Mykonos, la polizia greca lavora alla ricostruzione della dinamica dell'incidente

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

La spensieratezza della vacanza a Mykonos con le amiche più grandi e purtroppo finita nel peggiore dei modi, è tutta documentata nel suo profilo Instagram. Tante “storie” per documentare ogni momento della settimana nella perla dell’Egeo. Le ragazze sorridenti in spiaggia, l’alba in riva al mare, i balli insieme e i video nella jeep cabrio noleggiata per spostarsi nell’isola greca. La stessa auto, senza tettuccio, è volta fuori strada ed è finita in una scarpata sugli scogli a poche centinaia di metri dalla casa in cui le ragazze stavano alloggiando.

Carlotta Martellini, 18 anni, di Perugia, viaggiava sul sedile posteriore, alla guida una delle amiche più grandi. L’impatto per lei è stato senza scampo, come riferiscono diversi siti locali, è stata sbalzata via dall’abitacolo. Il suo corpo è stato recuperato dai sanitari dell’isola greca, che hanno cercato invano di rianimarla, ma purtroppo non ci sono riusciti.

Le sue amiche invece, sono state portate tutte nel centro sanitario dell’isola con ferite più lievi. In tutto le ragazze erano in otto. Viaggiavano in due gruppi di quattro e quattro su due diverse auto. Bellissime e spensierate di ritorno da una notte al noto locale dell’isola Tropicana, sono finite fuori strada sugli scogli, a una manciata di metri dal mare, all’alba mentre stavano rincasando nell’alloggio preso in affitto.

Solo una di loro, sembra fosse alla guida di una delle due auto, ha riportato un trauma cranico e le sono stati applicati una quindicina di punti di sutura. Carlotta aveva compiuto 18 anni non più tardi di due settimane fa. Sul suo profilo Instagram ci sono ancora le foto e i video con i messaggi di auguri e gli scatti della festa che avevano organizzato per lei. E chissà, forse come regalo, aveva avuto anche l’ok per andare in Grecia con le amiche più grandi che festeggiavano l’esame di maturità appena concluso. Tutte loro studentesse del liceo classico Mariotti e lei, studentessa al quarto anno del liceo linguistico, Giordano Bruno. Sarebbero dovute rientrare ieri, venerdì 24 luglio.

E invece ieri, dall’isola del divertimento, per due genitori, è arrivata la più tremenda delle notizie. E’ stata direttamente la Farnesina ad avvertire la madre e il padre e a supportarli in ogni operazione. Anche gli altri genitori sono stati immediatamente avvertiti e tutti si sono adoperati per andare nell’sola dell’Egeo anche se le restrizioni a causa dell’emergenza Covid hanno creato qualche problema. Per quanto riguarda invece il rientro delle ragazze a Perugia, è arrivato l’ok per alcune di loro, mentre altre, le due che erano alla guida delle due autovetture, sarebbero state ascoltate a lungo dalle autorità del posto che stanno indagando per cercare di ricostruire la dinamica dell’incidente che ha coinvolto i due fuoristrada.

Secondo una prima, parziale ricostruzione, la prima vettura, la jeep verde su cui viaggiava Carlotta è uscita fuori dalla carreggiata seguita dall’altro mezzo, forse perché la ragazza che era alla guida si è spaventata e non è riuscita a non evitare l’incidente. Stando a quanto riportano i media locali dell’isola, il fatto si è verificato lungo la strada provinciale Agios Stefanos-Fanari. Una strada che, come è possibile vedere dai video negli stessi siti, non ha né guard-rail, né alcun tipo di illuminazione come spesso accade nelle strade delle isolette dell’Egeo. Le autorità locali stanno anche cercando di verificare perché una comitiva di ragazze di età compresa tra 18 e 19 anni, e quindi tutte neopatentate, avessero noleggiato delle auto che dovrebbero essere riservate a conducenti un po’ più esperti. Sembra che una di loro sarebbe stata invitata a firmare un nulla osta in cui sollevava da ogni responsabilità l’esercente che gliele ha concesse a noleggio per tutta la settimana.

Settimana che purtroppo è finita nel peggiore dei modi. Con ragazze che hanno visto morire una di loro di ritorno da una delle nottate più belle della loro vita. Di quelle che pensi di averne una vita intera davanti.