Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni, il Pd pensa già alle primarie

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Un banco di prova difficile. Difficilissimo, come mai lo è stato prima. Ma la storia dimostra che si può risorgere anche dalle proprie ceneri, soprattutto in politica. Per questo al Pd, a maggio, spetta la prova più importante: vincere le amministrative a Foligno, una delle poche roccaforti “rosse” rimaste nel territorio. Un'impresa ardua, visti gli ultimi numeri: le elezioni di marzo hanno registrato un'inversione di tendenza epocale che ha relegato la coalizione di centrosinistra in terza posizione, con un modesto 26% in confronto ai numeri da capogiro del centrodestra che si è conquistato il podio sfiorando il 40% e del Movimento 5 Stelle, che da solo, è arrivato quasi al 30%. Roba che fino a qualche anno fa nessuno avrebbe mai potuto considerare come un'ipotesi plausibile. Ma la dirigenza Pd non si arrende, e già si è messa in moto per poter giocare la partita delle amministrative di primavera nella maniera migliore possibile. “Abbiamo già aperto un ampio tavolo di confronto – afferma Carlo Elia Schoen, segretario comunale del Pd – Stiamo lavorando nel coinvolgere più forze possibili". Servizio integrale a cura di Susanna Minelli sul Corriere dell'Umbria del 21 agosto Ecco invece cosa si muove nelle fila del centrodestra